Siete sicuri di sapere come fare il caffè con la moka? Date un’occhiata a quali sono i passaggi chiave della nostra guida all’espresso perfetto.

Non c’è casa tra gli italiani in cui non ci sia almeno una caffettiera eppure non tutti sanno come fare il caffè con la moka in modo perfetto. Questo semplice utensile infatti richiede qualche attenzione affinché ci regali un ottimo caffè e tra dicerie e usanze si è finito con l’allontanarsi da quella che era la “ricetta” originale. Scopriamo come fare il caffè con la moka perfetto.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

caffè con la moka
caffè con la moka

Come fare una buona moka: istruzioni per l’uso

Il primo modello di moka realizzato dal signor Bialetti era ispirato a un vecchio modello di lavatrice e deve il suo nome a una città dello Yemen famosa per il suo caffè di altissima qualità. Dal 1933, anno in cui questo sistema venne brevettano, è passato molto tempo ma la caffettiera è rimasta sempre uguale a sé stessa. Cambiano i colori, talvolta le forme, ma di fatto quella più impressa nell’immaginario collettivo è di acciaio con tappo e manico nero.

La caffettiera è composta da un bollitore (la parte inferiore dove si mette l’acqua), da un filtro a imbuto e da un raccoglitore. Sono presenti poi un secondo filtro e una guarnizione (nella parte inferiore del raccoglitore), che andrebbero cambiati saltuariamente.

L’acqua va messa nel bollitore in quantità tale da non superare la valvola, mai! Poca acqua darebbe un caffè amaro, con il rischio di bruciare la caffettiera, troppa invece ne allungherebbe eccessivamente il sapore. Si mette poi il filtro e si aggiunge il caffè.

Qui ci sono diverse correnti di pensiero ma quella giusta è una sola: va messo tanto caffè quanto ne serve a riempire il filtro: niente montagnette ma soprattutto non schiacciatelo con il cucchiaino! L’acqua farà fatica a passare e non otterrete una bevanda aromatica.

Ora non resta che stringere bene e mettere la caffettiera sul fuoco a fiamma medio bassa. È questo il segreto per ottenere un caffè perfetto e mi raccomando, appena comincia a salire allontanatelo dal fuoco!

Come fare una buona moka: trucchi per veri esperti

Ci sono alcuni trucchi che vi permetteranno di ottenere un caffè ancora migliore. Il primo è la conservazione del caffè stesso: utilizzate un barattolo ermetico o il sapore svanirà nel giro di pochi giorni. Una volta messa la caffettiera sul fuoco, alcuni consigliano di aprire il coperchio in modo da evitare la formazione di condensa: teoricamente, lasciando la fiamma bassa, dovreste evitare di trovarvi con schizzi di caffè su tutto il fornello.

Ultimo aspetto, se preparate una caffettiera per più persone, prima di distribuirlo nelle tazzine mescolatelo: in questo modo tutti gli aromi e le diverse consistenze si amalghernno. Riconoscere un buon caffè con la moka non è difficile: il sentore aromatico, il colore scuro e la consistenza densa al punto giusto sono le sue caratteristiche.

Ora che sapete come preparare il caffè con la moka cimentatevi anche nella tecnica che vi permette di ottenere una bellissima cremina.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 02-04-2022


Erbe aromatiche in cucina: perché usarle

Come fare il lievito madre liquido