Carta fata: cos'è e come si usa questa versatile pellicola per cuocere

Scopriamo insieme le magie della carta fata, un’innovazione in cucina

Innovativa e perfetta per cuocere al forno, al cartoccio, nell’olio e al microonde, la carta fata rivoluzionerà la vostra idea di cucina.

La carta fata è una pellicola da cucina adatta a sopportare le alte e basse temperature. Questa caratteristica, insieme a molte altre che vedremo nell’articolo, l’ha resa particolarmente apprezzata dagli chef degli anni 2000.

Ma cos’è la carta fata? Come si utilizza in cucina e quali sono le ricette che è possibile preparare?

Cos’è la carta fata?

La carta fata prende il nome dal suo inventore, Fabio Tacchella (Fa-Ta appunto), uno chef veronese appassionato di innovazioni e desideroso di creare qualcosa in grado di facilitare la vita dei suoi colleghi cuochi non solo riducendo i tempi di cottura, ma anche limitando le stoviglie da utilizzare.

Carta fata
Carta fata

Il risultato è stato appunto la carta fata, in commercio dal 2004, una pellicola trasparente in grado non solo di resistere alle alte temperature (arriva fino a 230°C nella versione professionale), ma anche a quelle estremamente basse (è stata progettata per resistere fino a -30°C).

La carta fata presto è diventata il cavallo di battaglia di molti chef che dapprima l’hanno utilizzata per le più semplici cotture al cartoccio per poi passare ad altre ricette più innovative aventi sempre come protagonista questo particolare prodotto.

Come si usa la carta fata: ricette e idee

Per sua natura la pellicola per alimenti in questione può essere utilizzata per friggere, cuocere al vapore, al forno e anche al microonde. Il risultato sono cibi che concentrano tutti i sapori e le proprietà nutritive che non vanno disperse nell’aria o in padella.

Cartoccio in carta fata
Cartoccio in carta fata

A questo si aggiunge la possibilità di azzerare i condimenti, preparando cibi più sani e leggeri, di ridurre i tempi di cottura, di realizzare delle monoporzioni da congelare e riscaldare al momento del bisogno ma anche e soprattutto di sporcare meno pentole e padelle.

Se cercate qualche spunto per utilizzarla, vi consigliamo di provare i bocconcini di pollo in carta fata. Per prepararli mettete al centro del foglio il pollo e le patate a cubetti, i peperoni a strisce, condite con un filo di olio, sale e pepe e cuocete a 200°C per 20 minuti.

Per un cartoccio di pesce in carta fata invece procuratevi del salmone, conditelo con olive, timo e limone a fette, un pizzico di sale e un giro di olio e in 15 minuti a 200°C otterrete un piatto strepitoso, una vera e propria concentrazione di sapori.

Sperimentate anche una ricetta con la carta fata in padella realizzando un cartoccio di verdure miste di stagione condite con erbe aromatiche a piacere. Cuocetelo direttamente in padella per 15 minuti senza aggiungere condimenti fino a che le verdure non risulteranno tenere.

Dove comprare la carta fata?

La carta fata originale è quella prodotta dalla ditta Tacchella, mentre tutte le altre sono “imitazioni” comunque valide per uso domestico. Viene venduta sia sotto forma di fogli pretagliati che di sacchetti che vanno chiusi, in entrambi i casi, con fermagli in silicone.

Insomma, la carta fata renderà magiche le vostre ricette. Provatela ad esempio per preparare un succulento salmone al cartoccio!

ultimo aggiornamento: 10-02-2020