Ingredienti:
• 400 g di semola di grano duro rimacinata
• 100 g di strutto
• un pizzico di sale
• 500 g di formaggio fresco
• 100 g di zucchero
• 2 uova
• la scorza di 1 limone
• 100 g di uvetta sultanina
• farina q.b.
• zucchero a velo q.b. per guarnire
• acqua tiepida q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 20 min
cottura: 30 min

Le casadinas sono un dolcetto sardo tipico delle festività pasquali, conosciute anche con il nome di pardulas o formaggelle.

Ogni regione ha i suoi dolci tipici del periodo pasquale. Se, ad esempio sulle tavole napoletane non può mancare la pastiera, su quelle sarde le protagoniste sono le casadinas o pardulas, dei dolcetti a base di formaggio morbido e uvetta sultanina aromatizzate al limone. In base alla zona potreste anche averle trovarle con il nome di pardulas o formaggelle, ma si tratta grosso modo sempre della stessa ricetta di Pasqua.

Quale formaggio usare? Per questa ricetta è perfetto il pecorino sardo fresco, non stagionato e che non ha ancora ricevuto la salatura.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

pardulas o casadinas
pardulas o casadinas

Preparazione delle pardulas o casadinas

  1. Iniziate dalla preparazione dell’impasto base: impastate la semola di grano duro con lo strutto, un pizzico di sale e acqua tiepida quanto basta. Lavorate (a mano o con l’impastatrice) fino ad ottenere un panetto omogeneo.
  2. Coprite con un canovaccio pulito e lasciate riposare un paio d’ore.
  3. Intanto preparate il ripieno mescolando il formaggio con zucchero, uova, uvetta sultanina e scorza di limone grattugiata. Aggiungete la farina necessaria per dare al composto la giusta consistenza.
  4. Trascorso il tempo di riposo, riprendete l’impasto e stendetelo con l’aiuto del mattarello fino ad ottenere una sfoglia sottile.
  5. Con l’aiuto di un coppapasta o di un bicchiere ricavate dei dischetti dal diametro di circa 10 cm. Farcite ogni dischetto con un cucchiaio di ripieno e pizzicate i bordi in modo da realizzare delle scodelline.
  6. Trasferite le casadinas su di una teglia foderata con carta da forno e infornate in forno già caldo a 150°C per 30 minuti.
  7. Sfornate e lasciate raffreddare prima di decorare con lo zucchero a velo.

Se questa ricetta vi è piaciuta, potete provare anche le casadinas salate!

Conservazione

Conservate le pardulas in un luogo fresco per circa 2/3 giorni, riscaldandole se lo desiderate. Per renderle più golose, poi, vi consigliamo di spennellarle con il miele prima di gustarle!

In cerca di altre idee per Pasqua? Ecco i nostri dolci pasquali!

5/5 (1 Review)
Pasqua

ultimo aggiornamento: 31-03-2021


Pizza scima o scema: una ricetta tipica abruzzese pronta in 10 minuti

Insalata di seppie: gustosa e leggera