Coca Cola in Venezuela: è un addio?

La Coca Cola aveva annunciato lo stop alla produzione in Venezuela: per colpa della crisi economica non c’era più disponibilità di zucchero ma…

Per colpa della grave crisi economica in cui versa il Venezuela, Coca Cola aveva annunciato lo stop della produzione delle sue bibite nel Paese perchè i fornitori avevano dichiarato l’indisponibilità della materia prima: lo zucchero, necessario nel 90 per cento dei prodotti dell’azienda. E’ stata la stessa società, a Maggio, ad annunciarlo in un comunicato ufficiale, rassicurando però il pubblico: “In questo momento non stiamo anticipando la chiusura della nostra sede centrale. Non stiamo lasciando il paese“, come aveva ripreso il tabloid La Patilla.

Adesso però arriva un ulteriore annuncio che fa ben sperare: “Il nostro obiettivo è quello di ottimizzare la distribuzione dal centro del Paese in modo da venire incontro alle richieste dei clienti e consumatori sul territorio nazionale“, come riporta El Financiero.

La produzione dipende dalla disponibilità di zucchero

La Coca Cola sta pazialmente riprendendo le sue operazioni perchè ha appena ricevuto una nuova spedizione di zucchero, come ha dichiarato la compagnia stessa. Ma il futuro dipende tutto dalla stabilità delle consegne di zucchero.

Senza zucchero, Coca Cola, continuerà comunque a produrre le bibite senza zucchero, quindi gli uffici e i centri di distribuzione della bevanda in Venezuela non chiuderanno.

Una sorte triste non solo per le bibite: nel mese di aprile, il Polar group, la più grande azienda alimentare del Venezuela, aveva fatto sapere che anche il blocco della produzione di birra era prossimo a causa della mancanza di orzo.

La crisi economica in Venezuela è molto drammatica e l’inflazione è destinata a superare il 700 per cento: il cibo comincia a scarseggiare e all’inizio del mese ci sono state molte proteste di massa a causa della penuria di cibo, beni e servizi.

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha dichiarato lo stato di emergenza economica nel paese già da gennaio.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 22-07-2016

Giulia Drigo

X