Ingredienti:
• 2 filetti da 300 g di coda di rospo
• 300 g di pomodorini
• 2 cucchiai di olive nere o taggiasche
• olio q.b. origano q.b.
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 15 min
cottura: 15 min

Cucinare la coda di rospo al cartoccio è un ottimo modo per esaltare il sapore del pesce e mantenere la carne morbida.

La coda di rospo altro non è che il filetto di rana pescatrice. Stiamo quindi parlando dello stesso pesce che può essere cucinato in modi diversi. Oggi proviamo la coda di rospo al cartoccio, una ricetta semplice che permette di esaltare appieno il sapore delicato di questi filetti. Noi abbiamo aggiunto, come si è soliti fare in molte ricette al cartoccio, pomodorini e olive e resto il tutto ancor più profumato con dell’origano.

Questa tecnica di cottura è perfetta se siete alla ricerca di qualcosa di semplice ma che allo stesso tempo sia in grado di stupire. Il momento in cui i cartocci vengono portati in tavola infatti è forse uno dei migliori di tutto il pranzo perché la curiosità raggiunge il suo culmine. Ma vediamo come preparare questo piatto goloso.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

coda di rospo al cartoccio
coda di rospo al cartoccio

Come preparare la ricetta della coda di rospo al cartoccio

  1. Per prima cosa procuratevi i filetti di rana pescatrice e adagiatene uno per ciascuno su un foglio di carta forno.
  2. Lavate poi i pomodorini, tagliateli a metà e distribuiteli sul pesce, insaporendo il tutto con un pizzico di sale e un po’ di origano. Condite con un giro di olio (non serve esagerare) e con le olive e richiudete bene il tutto a caramella sigillando le estremità con dello spago.
  3. Cuocete a 180°C per 15 minuti e servite poi il filetto al cartoccio ben caldo.

Come potete vedere, cucinare la coda di rospo al cartoccio è davvero semplice. vi consigliamo di provare anche un’altra ricetta che ha come ingrediente base questo pesce dal sapore delicato, la coda di rospo alla griglia.

Conservazione

Il pesce al cartoccio si conserva in frigorifero per massimo un paio di giorni. Vi consigliamo di riscaldarlo in padella prima di consumarlo.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 15-05-2022


Stoccafisso accomodato alla genovese, una ricetta di pesce gustosa

Cheesecake cotta alle fragole e mascarpone, una ricetta semplice