Scopriamo insieme quali sono i principali errori che ci impediscono di avere stoviglie pulite e lucenti.

Partiamo da un punto fondamentale: la lavastoviglie ci serve per evitare di spendere tempo nella noiosissima impresa di pulire pentole e stoviglie dopo i pasti, soprattutto quando seduti a tavola si è in molti. Ma se per utilizzarla impieghiamo più tempo che a lavarli a mano o se il risultato finale ci porta a dover rilavare tutto nuovamente significa che qualcosa non sta funzionando come dovrebbe.

Andiamo quindi a vedere quali sono gli errori più comuni da evitare per ottenere un risultato ottimale nel minor tempo possibile.

Il risciacquo a mano prima del lavaggio

Una tecnica discussa e origine di molte polemiche. In nessuna particolare circostanza è consigliato il risciacquo dei piatti prima dell’inserimento all’interno della lavastoviglie. Ovvio è che dovremo eliminare i residui solidi dai piatti prima di effettuare il lavaggio, ma sciacquarli per facilitare il lavoro dell’elettrodomestico è un inutile spreco di tempo. Un buon detersivo lavastoviglie sarà in grado di detergere a fondo senza bisogno del nostro intervento.

Far girare la lavastoviglie con mezzo carico

Chiunque ne possegga una sa che il risparmio dell’acqua è la prima caratteristica che rende la lavastoviglie amica dell’ambiente. Con circa 4 litri infatti otterremo il lavaggio accurato di tutte le stoviglie. Attenzione però, se la utilizziamo con pochi piatti dentro il nostro risparmio non ha più alcun senso: il consumo ridotto di acqua si verifica solo se la mole delle stoviglie riempie totalmente il nostro elettrodomestico.

10 ricette per tenersi in forma

Lavastoviglie
Fonte foto: https://pixabay.com/photos/washing-machine-kitchen-utensils-1772579/

Utilizzo di prodotti scadenti

Il detersivo lavastoviglie ed il brillantante che andremo a utilizzare giocherà un ruolo fondamentale del lavaggio dei nostri piatti. Un prodotto scadente non farà altro che peggiorare la situazione, lasciando le stoviglie unte e macchiate, obbligandoci a rilavare tutto manualmente. Una perdita di tempo insensata e uno spreco di acqua doppio. Affidiamoci dunque a prodotti per la lavastoviglie di alta qualità come Pril, che propone diverse soluzioni per detergere a fondo e far brillare i nostri piatti e bicchieri.

La disposizione dei piatti

Anche in questo campo ci scontriamo con diverse scuole di pensiero. Alcuni studi sostengono che sia necessario posizionarli secondo il tipo di cibo che si è consumato, altri ancora sostengono che la teoria del caos sia la più efficace. Una cosa è certa: rimpinzare la lavastoviglie con un piatto attaccato all’altro, seppur in maniera ordinata, non consentirà ai getti d’acqua di penetrare tra le stoviglie, lasciando inevitabilmente residui oleosi o macchie.

Mettere tutto nella lavastoviglie

L’errore più comune e altrettanto pericoloso che compiamo quando ci apprestiamo a caricare la lavastoviglie è quello di inserire indistintamente tutto, servizio della domenica compreso. Un gesto sconsiderato che causerà non pochi mal di pancia quando andremo ad aprirla a fine lavaggio. Alcuni materiali come il cristallo o le ceramiche dipinte a mano vanno inderogabilmente lavati a mano, altrimenti, oltre a dover rilavare i piatti per i punti elencati sopra… dovremo anche ricomprare un servizio nuovo.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/images/download/modern-kitchen-1772638_1280.jpg?attachment&modal

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 04-12-2019


Barilla sfida Ferrero: arriva il biscotto ripieno di crema pan di stelle

Scopriamo insieme la frutta e la verdura di stagione in inverno