Uso corretto della lavastoviglie: cosa non mettere assolutamente

Lavastoviglie: cosa non mettere assolutamente per un uso corretto

Uso corretto della lavastoviglie: cosa non mettere assolutamente per un pulito brillante e tubature sempre funzionanti.

Per un uso corretto della lavastoviglie bisogna prestare molta attenzione a cosa si può mettere dentro e cosa no. Residui di cibo ed etichette possono intasare i meccanismi e rovinare così il macchinario. Lavate sempre molto bene ogni singola stoviglia e assicuratevi che ci siano tracce di cibo ricco di amido o foglie.

Ecco quali accorgimenti seguire per utilizzare al meglio la lavastoviglie e cosa non mettere assolutamente dentro per farla durare più lungo.

uso corretto della lavastoviglie
https://pixabay.com/it/lavastoviglie-utensili-da-cucina-1772579/

Cosa non lavare in lavastoviglie?

In molti si chiedono se i bicchieri di cristallo si possono lavare in lavastoviglie. La risposta è assolutamente no! Questo materiale è molto sensibile al calore e quindi c’è il rischio che si spacchi. Inoltre, è sufficiente un piccolo urto per farli andare in pezzi.

Da evitare anche piatti, tazze e bicchieri decorati a mano. Questa tipologia di stoviglie con applicazioni, inserti dorati o decorazioni a mano risulta molto delicata e il calore rischia di far spaccare i decori. Per proteggerli e farli durare a lungo l’ideale è il classico lavaggio a mano con una spugna non abrasiva.

Super attenzione anche per i barattoli o le bottiglie con etichetta di carta. Questa è letale per la lavastoviglie, in quanto potrebbe sciogliersi e intasare gli scarichi e i filtri della lavastoviglie.

Per quanto riguarda la plastica in lavastoviglie fate attenzione perché alcuni contenitori non sopportano le temperature superiori ai 50°C e si deformano. Si tratta di quei contenitori che hanno una consistenza simile o uguale a quella di una bottiglietta di plastica.

3 accorgimenti per un corretto utilizzo della lavastoviglie

La lavastoviglie è una soluzione innovativa che offre un aiuto enorme in casa e che velocizza i tempi di pulizia. Ma cosa si può lavare in lavastoviglie? Qual è il metodo corretto per utilizzarla e farla durare più a lungo. Ci sono degli oggetti da non mettere e altre piccole accortezze per salvaguardarla e assicurarvi prestazioni efficaci.

– Per un uso corretto della lavastoviglie, prima di mettere un piatto o una pentola in lavastoviglie dovete eliminare i residui di cibo. Il cibo peggiore che vi lascerà i piatti e le stoviglie sporche è il riso. Non lasciate che i chicchi possano finire in lavastoviglie, altrimenti l’amido lascerà tracce di sporco. Attenzione anche ai danni che può causare il riso, ovvero intasamento nei tubi o negli ingranaggi.

– Eliminate anche i residui di amido lasciati dall’acqua di cottura con una semplice passata di spugna in modo da evitare l’alone. Attenzione anche a residui di verdure, carne e pesce che rischiano di incastrarsi e creare altrettanti danni.

– Un altro alimento da non sottovalutare sono le foglie del tè. Per quanto sembrino innocue, queste creano dei gravi danni alla lavastoviglie facendola intasare.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/lavastoviglie-utensili-da-cucina-1772579/

ultimo aggiornamento: 25-10-2018