Coltivare il basilico in vaso o nel proprio giardino è molto semplice. Ecco alcuni consigli per farlo crescere e conservarlo in modo corretto.

Pesto alla genovese, insalata caprese e olio al basilico sono solo alcune delle ricette che hanno come ingrediente principale questa pianta aromatica molto utilizzata nella cucina italiana. Sapevate, però, che coltivare il basilico in vaso è un’ottima idea per chi vuole averlo sempre fresco a disposizione per le proprie ricette? Non è necessario né avere un orto né tanto spazio: la pianta del basilico soffre un po’ il freddo, ma ha bisogno davvero di poche cure. Ecco alcuni consigli utili!

Come coltivare il basilico?

Prima tutto è necessario sapere come piantare il basilico. Scegliete un vaso in terracotta e, sul fondo, realizzate uno strato di sassi e argilla in modo da evitare i ristagni d’acqua.

Piantina di basilico
Piantina di basilico

La coltivazione in sé non richiede molte attenzioni, ma prima della semina è importante preparare il terreno in cui andrete a seminare il basilico: deve essere arricchito con compost e concime organico.

  1. Prima della semina, inumidite il terreno e lasciate riposare per 12-24 ore.
  2. Poi, procedete con la semina o con il travaso le piantine. I semi vanno interrati alla profondità di 1-2 centimetri: teneteli distanti 10-15 centimetri gli uni dagli altri.
  3. Coprite con uno strato di terriccio e inumidite con acqua.

Per avere una pianta di basilico bella rigogliosa è importante dosare l’acqua: il terreno dovrà essere sempre leggermente umido ed è meglio annaffiare le vostre piantine la mattina presto. Ogni quanto va bagnato? tastate il terreno: se è secco, procedete con l’innaffiatura, se no lasciate stare.

Il basilico può essere raccolto già quattro settimane dopo la semina, quando le foglie avranno raggiunto una dimensione sufficiente.

Basilico in inverno: come curarlo?

Tecnicamente, è una pianta estiva, ma questo non vi vieta di provare a coltivare il basilico anche in inverno. È indispensabile, però, abbondante luce solare diretta (che potete sostituire con delle lampade fluorescenti fitostimolanti).

La sua temperatura perfetta si aggira sui 20°C quindi è necessario tenerlo all’interno.

Come conservare il basilico per l’inverno?

In vista dell’inverno, il basilico raccolto fresco durante l’estate può essere conservato a lungo in modo da averlo sempre a disposizione. Ma come conservare il basilico fresco correttamente?

Un primo metodo è la conservazione sotto sale e un secondo è il congelamento. In alternativa, non vi rimane che realizzare un delizioso pesto di basilico!

Come conservare il basilico sotto sale

Per la conservazione sotto sale, dopo aver pulito le foglie, potete disporle a strati con del sale in un barattolo. Coprite con un ultimo strato di sale e poi terminate con un filo d’olio. Chiudete il vaso con il coperchio e utilizzate all’occorrenza.

Come congelare il basilico

Come fare, invece, per congelare il basilico? Dopo aver pulito le foglie fresche ponetele, completamente asciutte, su un vassoio foderato con carta da forno, mettete in freezer e lasciate in congelatore per un paio d’ore. Quando le foglie sono congelate ponetele in un sacchetto per alimenti e lasciate sempre in freezer in modo da averle sempre a disposizione.

Vi sconsigliamo di metterle tutte insieme in un sacchetto sin da subito perché se no si raggrupperebbero tutte.

Mai più dieta punitiva! Scarica QUI il ricettario light di Primo Chef.

Scopri cosa devi fare se sei venuto a contatto con persone positive al Covid 19

TAG:
consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 02-07-2020


Come raffreddare la pasta correttamente? Trucchi e consigli

Tutto (ma proprio tutto) sulle pesche: ecco le ricette più buone e le proprietà!