Se vi siete sempre domandati come congelare l’olio di oliva, ecco una guida dettagliata su come procedere e cosa aspettarvi.

L’olio di oliva è tra i condimenti più utilizzati e apprezzati, soprattutto nel Belpaese. Tutti ne abbiamo in casa almeno una bottiglia, tutti sappiamo come si utilizza al meglio e sono anche molti coloro che si dilettano nella sua degustazione. Oggi scopriremo come congelare l’olio di oliva così da mantenerlo più a lungo rispetto ai canonici 2 anni.

10 piatti detox per rimettersi in forma dopo le feste

come congelare l'olio di oliva
come congelare l’olio di oliva

Come congelare l’olio di oliva

Prima di scoprire come congelare l’olio di oliva viene naturale chiedersi perché farlo. I motivi possono essere diversi ma probabilmente se siete incappati in questo articolo è perché avete ricevuto o acquistato un quantitativo di olio troppo grande per destinarlo al consumo. In questo caso, congelarlo potrebbe rivelarsi una soluzione.

Dovete infatti sapere che l’olio di oliva congelato mantiene inalterate tutte le sue proprietà organolettiche e nutritive. Per congelare l’olio di oliva potete procedere in due modi. Il primo e più semplice consiste nel porre in freezer la bottiglia, assicurandovi che ci siano un paio di centimetri di “aria” che ne consentano l’espansione. Il secondo invece prevede la congelazione monodose, sfruttando ad esempio il contenitore per creare i cubetti del ghiaccio.

Questo secondo metodo è sicuramente il migliore per i motivi che ora andremo a elencare, ma anche il meno adatto se le quantità di olio sono significative.

Abbiamo detto che l’olio congelato mantiene tutte le sue proprietà una volta decongelato. Tuttavia, occorre tenere presente che una volta riportato a temperatura ambiente, sul fondo di crea un deposito dovuto alla alla rottura di legami tra la massa grassa e le sostanze fenoliche presenti nell’olio. La principale conseguenza di questo fenomeno è che l’olio tenderà a irrancidire piuttosto velocemente una volta decongelato.

Come conservare l’olio di oliva

Congelarlo è una soluzione possibile e fattibile anche a livello domestico anche se sarebbe più adatto sottoporlo a un processo di surgelazione. Se si è comunque fermi su questa decisione, un’idea potrebbe essere quella di conservare l’olio già aromatizzato con spezie ed erbe aromatiche e decongelarne così solo il quantitativo necessario.

Viceversa, l’olio di oliva si conserva a temperatura ambiente per 2 anni a partire dall’imbottigliamento. Le indicazioni da rispettare sono:

  • mantenerlo in un luogo fresco e asciutto: l’olio comincia a cristallizzare a 12°C e a cristallizzare sotto i 4°.
  • utilizzare bottiglie scure per tenerlo a riparo dalla luce.
  • chiudere bene il tappo: l’ossidazione quindi il contatto dell’olio con l’aria, può provocare irrancidimento.

Se desiderate sapere tutto sull’olio ecco come usarlo per friggerlo!

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2023 - PC

ultimo aggiornamento: 22-12-2022


Alessandro Borghese chiude i suoi ristoranti a Natale

Masterchef 12: Nicola, dopo Junior Masterchef, ci riprova e convince i giudici