La cucina è un immenso ricettacolo di germi, per questo è importante sapere come igienizzare le spugne al meglio. Ecco i nostri consigli!

Igienizzare le spugne e renderle sterili dagli agenti patogeni che le possono rendere dannose per la salute, è fondamentale per la nostra sicurezza. Come affermato da numerosi studi, gli strofinacci e soprattutto le spugne per i piatti e per il lavaggio delle varie parti della cucina, sono un ricettacolo di germi. Questi si moltiplicano a dismisura per due motivi: uno, perché spesso le spugne trattengono dei residui di cibo; due, perché rimangono bagnate a lungo, e l’umidità è l’ambiente migliore per la proliferazione di questi agenti patogeni. Vediamo insieme come pulirle e igienizzarle alla perfezione!

Come igienizzare le spugne nel microonde

9 ricette autunnalli per la tua tavola

spugna da cucina sporca
spugna da cucina sporca
  1. Il primo metodo per essere sicuri di igienizzare le spugne per i piatti al meglio, è quello di immergerle in una ciotolina adatta per il microonde, con una quantità sufficiente di acqua.
  2. All’acqua, se volete, potete aggiungere anche due cucchiai di aceto di vino bianco, di succo di limone o in alternativa un po’ di bicarbonato.
  3. Una volta che avete sistemato la spugna in questo liquido, accendete il forno a microonde alla massima potenza, per 5 minuti. L’acqua dovrà giungere all’ebollizione, rendendo sterile la spugnetta.
  4. Dopo questa fase, togliete la spugna dal microonde e asciugatela completamente, rimettendola nel microonde, stavolta senza acqua.

Igienizzare le spugne con la candeggina

Il secondo metodo è quello di utilizzare la candeggina, ma questo chiaramente potete farlo solo per le spugne che non verranno a contatto con le vostre stoviglie.

  1. Portate a ebollizione dell’acqua, poi aggiungete – fuori dal fuoco – un tappo di candeggina.
  2. Lasciate in ammollo le spugne per un quarto d’ora, e poi fatele asciugare perfettamente.

Ricordate, comunque, che le spugne per i piatti e per la pulizia delle superfici della cucina non devono essere utilizzate per molto: se emanano un cattivo odore, ma anche se le avete da poche settimane, sarà il caso di eliminarle del tutto, e sostituirle. Ed ecco, invece, come pulire il forno.

Altri metodi per disinfettare le spugne per i piatti

Ci sono altri metodi per pulire in maniera profonda le spugne da cucina:

  • Si può, infatti, usare il sapone di Marsiglia, immergendo le spugne in acqua calda e sapone e lasciandole a mollo per almeno 2 ore in modo che sia più semplice pulirle in profondità.
  • Anche l’aceto bianco è un compagno immancabile per rendere le spugne come nuove: dovrete scaldare una tazza di acqua e aggiungerci la stessa quantità di aceto bianco. A questo punto immergete per almeno 30 minuti la spugna nella soluzione e lasciate agire. Passato il tempo richiesto strizzate accuratamente e risciacquate.
  • Il limone non servirà per la pulizia delle spugne, ma per disinfettarle sì, viste le sue caratteristiche antibatteriche naturali. Vi consigliamo, in questo caso, di spremere 2-3 limoni in una tazza di acqua calda, immergerci la spugna per circa 30 minuti e poi sciacquarla accuratamente.
TAG:
consigli alimentari

ultimo aggiornamento: 06-08-2021


Chi lavora al ristorante o nei bar deve avere il green pass?

Da dove viene il detto “giovedì gnocchi”?