Come legare l’arrosto e come cuocerlo

Come legare l’arrosto? Per realizzare questo piatto tanto speciale è necessaria un po’ di manualità ma dopo una o due volte vedrete che sarà tutto molto più semplice. Scopriamo come fare!

chiudi

Caricamento Player...

L’arrosto è un piatto tipico italiano realizzato dalla cottura di carne di vitello, maiale o tacchino dopo averla opportunamente legata. In realtà viene definito “arrosto” qualsiasi tipo di preparazione cotta “a secco”, con solo grasso di cottura e senza l’uso di liquidi. Tradizionalmente si usa, quindi, solo il grasso della carne, unito a olio e, a volte, a burro. Nelle ricette d’oggi, però, è spesso introdotta una parte liquida (come un vino o del latte) per fornire ancora maggiore morbidezza. Ma perchè si tratti di un arrosto, questa parte non deve essere consistente. Comprendere come legare l’arrosto è essenziale perchè esistono in commercio già arrotolati ma spesso per realizzarli vengono usati tagli di carne più scadente e più grassa. Allora perchè non imparare a farlo? Scopriamo insieme una tecnica semplice e veloce per farlo.

Come legare l’arrosto

1 parte – Prima di tutto munirsi di un buon tagliere e un buon coltello affilato. Posizionare la carne sul tagliere e eliminare la sua cartilagine ed il grasso in eccesso. A questo punto, con lo spago da cucina, possiamo andare a realizzare la cosiddetta “gabbia” dell’arrosto. Iniziamo col prepararne la base. Prima di tutto legare lo spago lungo il perimetro della carne, legando bene i capi all’estremità e lasciando una parte di spago leggermente più lunga. Poi legare lo spago tornando indietro lungo il perimetro ma dal lato opposto. Andremo, così a chiudere il tutto. Per farlo, effettuare un nodo all’estremità. La base della nostra legatura sarà fatta!

2 parte – A questo punto prendere lo spago e creare un’asola, tenendo ferma con le dita la sua base. Girare un paio di volte la corda e fare passare la carne nell’asola ottenuta. A questo punto fermare bene la base del cappio stringendo l’anello creato attorno alla carne. Poi tirare verso l’alto il capo dello spago. A questo punto bisognerà semplicemente ripetere l’operazione fino ad arrivare a coprire tutta la lunghezza della carne. L’ultimo passaggio sarà quello di fermare con un nodo lo spago all’estremità della carne.

Il gioco è fatto! Il nostro arrosto sarà pronto per la cottura.

arrosto ricetta

Come si cuoce l’arrosto: la ricetta

Adesso che abbiamo compreso a pieno come legarlo, scopriamo l’intera ricetta dell’arrosto per capire come cuocerlo al meglio. Esistono quattro metodi diversi di cottura dell’arrosto. Può essere cotto al forno, in tegame, alla brace o sulla piastra. Tutti questi metodi, infatti, permettono cotture della carne “a secco”. Scopriamo come realizzarlo al forno, uno dei metodi più usati.

DIFFICOLTÀ: 2

TEMPO DI PREPARAZIONE: 75 minuti circa

Ingredienti per la preparazione dell’arrosto

  • un chilo di carne di vitello o di maiale scelta
  • 4 rametti di rosmarino
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio evo q.b.
  • vino bianco secco: un bicchiere
  • sale e pepe q.b.

Preparazione dell’arrosto

1 parte – Iniziamo accendendo il forno a 180° in modo tale che quando ci servirà sarà già caldo. Con l’aiuto di una carta assorbente, tamponare bene l’arrosto. Preparare un trito di aglio, erbe aromatiche, pepe e olio evo e passarlo sulla carne, massaggiandola. Preparare una padella e rosolarvi al suo interno l’arrosto con un filo di olio evo, a fiamma alta. Girare da tutte le parti fino a che non avrà raggiunto la chiara colorazione bruna e finché non avrà fatto la crosticina.

2 parte – A questo punto prepariamo una teglia da cucina con della carta forno e mettiamoci dentro la carne. Il forno sarà già caldo. Dopo 30 minuti girare la carne dall’altra parte. Attendere un’altra mezzora di cottura. Una volta passata un’oretta di cottura, estraiamo la carne dal forno e mettiamo sulla teglia un foglio di alluminio. Attendere almeno 15 minuti: sarà il tempo necessario affinché tutti i succhi dell’arrosto si redistribuiscano in modo omogeneo. Questo la renderà morbida e succosa.

La preparazione della salsa con il fondo di cottura

Dopo aver estratto la teglia dal forno e aver atteso 15 minuti, è possibile realizzare una salsa perfetta con i residui di carne e di grasso presenti nella teglia. Per farlo basterà mettere la teglia sul fornello e, quando il sugo si sarà  riscaldato, basterà aggiungere acqua e sale. Lasciare sciogliere il tutto e, con l’aiuto di un cucchiaio di legno, mescolare insieme gli eventuali residui di carne rimasti attaccati al fondo. Ecco a voi la salsa perfetta per accompagnare il vostro arrosto!

FONTE FOTO: Pixabay

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!