Niente più segreti, ecco una guida su come si taglia e sbuccia la papaya in modo pratico nella propria cucina.

La papaya è un frutto esotico, appartenente alla famiglia delle Caricacee e che nasce dall’omonimo albero. La sua forma è simile a una pera, ma ha dimensioni molto più grandi: quelle più conosciute pesano poco più di 500 g, ma vi sono frutti che possono arrivare a pesare 9 kg. Si presenta con una buccia di colore giallo-verde, mentre la sua polpa varia in sfumature dal giallo all’arancio. Originaria del Messico e di alcuni Paesi dell’America centrale, ad oggi è coltivata in tutte le Regioni tropicali. In particolare, è importante sapere come si taglia e sbuccia la papaya, in modo da sfruttarne tutte le proprietà. La sua polpa è composta in gran parte di acqua e contiene sostanze nutritive come vitamina A e C, favonoidi, potassio e tante fibre.

10 piatti detox per rimettersi in forma dopo le feste

Come si taglia e sbuccia la papaya
Come si taglia e sbuccia la papaya

Le regole per tagliare e sbucciare la papaya

Tagliare e sbucciare questo frutto fresco può sembrare difficoltoso, specie se presenta dimensioni notevoli. Con questi piccoli consigli, però, riuscirete a procedere senza intoppi e a ricavare tutta la sua polpa succosa.

  1. Per prima cosa, dovete lavare con attenzione la buccia del frutto; essendo abbastanza fine, asciugatela con cura.
  2. Poggiatela su un tagliere e trattenetela con una mano, con l’altra adoperate un coltello affilato per tagliare la calotta superiore.
  3. Poi, passate a togliere la buccia, sollevandola con il coltello, facendolo scorrere dall’alto verso il basso.
  4. Il passo successivo è tagliare in due metà uguali l’intero frutto, realizzando un taglio lungo tutta la lunghezza.
  5. A questo punto, prendete un cucchiaio e scavate nella polpa, eliminando tutti i semi e i residui di filamenti, presenti nella parte centrale.
  6. Non vi resta che tagliare la polpa a fette o a cubetti, in base all’utilizzo che ne dovete fare.

Come scegliere la papaya giusta

Per avere un frutto di qualità, dovete fare attenzione a ciò che acquistate. Se dovete consumarla subito, è preferibile acquistare una papaya matura. Quelle più mature presentano una buccia maggiormente di colore giallo e sono più morbide al tatto; può anche darsi che premendo sulla buccia, si crei un solco. Tuttavia, se la sua consistenza è troppo molle, significa che è troppo matura ed è meglio non mangiarla. Al contrario, se la buccia è maggiormente verde e dura, è acerba: mettetela in frigo per alcuni giorni, aspettando che maturi e diventi gialla.

Per non avere più complicazioni in cucina, leggete anche come aprire le cozze più velocemente.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2023 - PC

ultimo aggiornamento: 05-01-2023


È tornato Veganuary: cos’è il mese vegano che vuole salvare gli animali (e il pianeta)

Sapete tutti la storia sul perché la Befana porta il carbone?