Come conservare più a lungo frutta e verdura: i consigli

Il segreto per conservare più a lungo frutta e verdura

Per conservare a lungo frutta e verdura basta mettere in atto qualche piccolo accorgimento, senza stravolgere più di tanto quanto già facciamo.

Frutta e verdura sono tra gli alimenti più deperibili del nostro frigorifero e per evitare di sprecare inutilmente cibo abbiamo pensato di raccogliere in un unico articolo i consigli per farli durare a lungo. Conservare a lungo frutta e verdura infatti non solo vi permette di risparmiare, evitando di gettare cibo perché andato a male, ma vi garantirà anche prodotti più buoni e freschi. Scopriamo insieme come conservare frutta e verdura in modo corretto!

14 consigli per conservare a lungo frutta e verdura

In questo caso non è possibile generalizzare, pertanto dovremo considerare singolarmente ciascun tipo di ortaggio per capire come conservarlo al meglio.

frutta e verdura di primavera
frutta e verdura di primavera

Cipolle. Il modo migliore per conservarle è al riparo dalla luce diretta del sole, in un luogo fresco e asciutto. Sarebbe opportuno mantenerle ben distanziate una dall’altra, magari inserendole in una rete di nylon e facendo un nodo tra una e l’altra. Sebbene le cipolle possano durare fino a 6-8 mesi, sappiate che tenderanno a germogliare nel periodo che coincide con quello della loro semina, attorno a febbraio.

Aglio. Vale lo stesso discorso dei germogli fatto per le cipolle, ma anche in questo caso: l’aglio conservato in un luogo buio, fresco e asciutto si mantiene a lungo. L’ideale sarebbe riporlo in un sacchetto di carta forato.

Patate. Di nuovo il problema dei germogli, soprattutto nel periodo di febbraio-marzo, che rende le patate più deperibili. Per il resto dell’anno le patate si possono conservare al fresco e, per evitare che germoglino, potete metterle in una cassettina con due mele.

Patate sbucciate. Una volta sbucciate, le patate tendono a deperire piuttosto velocemente e a ingrigirsi. Per questo motivo, per conservare le patate sbucciate vi consigliamo di cospargerne la superficie con un filo di aceto bianco.

Banane. Per conservarle a lungo è importante tenerle unite per il picciolo il più a lungo possibile. Per prolungare ulteriormente la conservazione, copritelo con della carta stagnola.

Banane mature. Spesso le banane sono troppo mature per essere consumate. In questo caso potete sbucciarle, tagliarle a tocchetti e congelarle: saranno la base perfetta per la creazione di golosi frullati, ottenuti aggiungendo altra frutta fresca o surgelata.

Erbe aromatiche. Se fresche, come nel caso del prezzemolo e del basilico possono essere conservate in un vasetto con dell’acqua proprio come se fossero fiori. In alternativa, una volta lavate potete congelarle intere o tritate in sacchetti gelo.

Avocado. L’avocado andrebbe acquistato già al giusto grado di maturazione poiché tale processo è piuttosto lento. Ovviamente questo può essere usato a nostro favore: mettere l’avocado in frigorifero infatti ne arresta la maturazione. Per velocizzarla invece riponetelo in un sacchetto di carta con una banana.

Avocado iniziati. L’avocado ha dei tempi di maturazione piuttosto lunghi ma una volta tagliato tende ad annerire piuttosto velocemente. Per mantenere la polpa di avocado verde cospargete la superficie con del succo di limone diluito in olio.

Limoni. Per conservare il limone tagliato distribuite sulla superficie un poco di sale e riponilo in frigorifero. Potrete mantenerlo fino a 3 giorni e prima di consumarlo sarà sufficiente sciacquarlo.

Insalata. Per conservare l’insalata verde in foglia come la lattuga o gli spinaci è sufficiente lavarli abbondantemente con acqua fredda e farli asciugare all’aria. Avvolgetele poi con della carta da cucina e riponetele in un sacchetto di plastica prima di metterle in frigorifero.

Funghi. Per prima cosa dovete sapere che i funghi deperiscono a contatto con l’acqua quindi non solo non vanno lavati, ma non vanno nemmeno conservati nelle vaschette di plastica coperte da pellicola in cui vengono venduti. Metteteli piuttosto in un sacchetto di carta con qualche fogli di prezzemolo e custoditeli in un luogo fresco e asciutto.

Pomodori. Per avere dei pomodori dal sapore intenso, non solo dovreste tenerli il più a lungo possibile attaccati al grappolo, ma anche a temperature superiori a 10 gradi.

Fragole. Potete conservare le fragole in frigorifero ma mai dopo averle lavate.

ultimo aggiornamento: 14-03-2020