La moringa è conosciuta come un albero miracoloso, grazie alle sue tante proprietà benefiche per il nostro organismo. Scopriamo tutto su questa pianta tropicale!

Oggi parliamo di una pianta originaria dell’India orientale, diffusa in tantissime zone tropicali: la moringa oleifera. Questo arbusto, che appartiene alla famiglia delle Moringaceae, è usato sia in ambito medico che in cucina. Trova impiego in numerose ricette e preparazioni, dove vengono utilizzate soprattutto le polveri ricavate dalle sue foglie. E col passare del tempo si è conquistata la nomea di albero miracoloso, grazie alle sue tante proprietà utili per il nostro organismo.

Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sulla moringa, una pianta dalle tantissime potenzialità e benefici, conosciuta anche come rafano indiano: ecco proprietà, controindicazioni e usi!

Moringa: proprietà

La moringa ha davvero tantissime proprietà utili al nostro organismo, a cominciare dalla ricchezza di proteine, vitamine e sali minerali. Inoltre, questa pianta contiene anche tantissimo potassio, addirittura 3 volte la quantità contenuta nelle banane!

E lo stesso discorso vale per la vitamina C: pensate che la moringa contiene almeno 10 volte le vitamine di un’arancia. Inoltre, contiene 18 aminoacidi e 9 aminoacidi essenziali.

Contiene molti polifenoli, che la rendono un ottimo antiossidante; per i flavonoli al suo interno, invece, ha proprietà antinfiammatorie.

Moringa
Moringa

I benefici della moringa sull’organismo

Se integrata con regolarità nella nostra alimentazione, questa pianta è davvero molto utile. In primis, assumere questo prodotto permette di avere delle difese immunitarie più alte e di prevenire l’invecchiamento della pelle grazie ai tanti antiossidanti di cui è portatrice.

Ma la moringa è utile anche per la nostra digestione e per regolare il nostro metabolismo. C’è chi assume la moringa per dimagrire, ma in realtà è sbagliato dire che fa dimagrire in senso assoluto. Aiuta con il metabolismo e la ritenzione idrica, ma non fa miracoli.

La moringa ha controindicazioni?

Un utilizzo smodato ed improprio ha effetti lassativi. Per il resto, non ci sono particolari controindicazioni o effetti collaterali noti per questa pianta, fatta esclusione di soggetti sensibili e che potrebbero presentare reazioni allergiche. In caso di allergia nota alla pianta (o ad una della famiglia) è da evitare il consumo.

In caso di terapie farmacologiche in corso, consultate il medico poiché potrebbe interferire con l’assorbimento. Anche in allattamento o gravidanza è bene consultare il medico: la moringa avrebbe proprietà abortive secondo quanto riportato nel PDR for Herbal Medicines.

Come si usa la moringa? Ricette

Fatta esclusione dell’olio di moringa che viene usato per la cura di corpo, viso e capelli, in cucina questa pianta si può usare per tantissime preparazioni sane e naturali. Nel nostro Paese si trova e viene usata specialmente in polvere, diventando un ingrediente facile da aggiungere a impasti e frullati.

Il sapore della moringa è leggermente piccante, e secondo alcuni ricorda quello dei funghi. Vediamo alcune ricette per imparare a conoscerla!

Smoothie e frullati alla moringa

Smoothie alla moringa
Smoothie alla moringa

Se siete in cerca di una ricetta che possa esaltare al meglio le tante caratteristiche e proprietà di questo prodotto, dovete assolutamente provare degli smoothie di frutta e moringa.

Scegliete la frutta che più vi piace e frullatela a pezzettini con del latte (o anche del latte di soia o di cocco), un cucchiaino di zucchero di canna, qualche cubetto di ghiaccio e un cucchiaio di moringa in polvere. Questo frullato vi permetterà di cominciare la giornata con un una colazione ricca di proteine ed energia!

Se cercate ispirazione, provate a realizzare il nostro frullato di moringa (noi lo prepariamo con spinaci e avocado): vi lascerà senza parole!

Tisana alla moringa

Tisana alla moringa
Tisana alla moringa

Per gli amanti di infusi e tisane, invece, suggeriamo una bevanda calda alla moringa. La preparazione è simile a quella del tè matcha: versate un cucchiaio di polvere sul fondo di una tazza. Aggiungete poi un goccino d’acqua bollente, non troppa e non troppo poca: quanto basta per far sciogliere bene e senza grumi la polvere. Quando il composto è perfetto, aggiungete l’acqua e gustate la vostra tazza calda dolcificando a piacere.

Un consiglio: si dice che sia meglio non usare strumenti in ferro, ma preferire quelli in legno (che non interferiscono)!

Impasto per pizza alla moringa

impasto verde con moringa
impasto verde con moringa

Infine, un ultimo consiglio: aggiungete la polvere di moringa a tutte le vostre preparazioni come pizza, pasta fatta in casa e pasta brisée. La modalità di inserimento è sempre la stessa: unitene un paio di cucchiai alla farina e impastate come al solito. Vi lasciamo la nostra ricetta dell’impasto della pizza, a cui aggiungere uno/due cucchiaini di polvere.

Non ve la consigliamo (non come primo tentativo, almeno) nei dolci, visto il suo gusto forte: provateci una volta che avrete preso un po’ la mano.

Imparato qualche piccolo accorgimento, avrete capito che la potete mettere un po’ dappertutto. Al contrario, se volete qualcosa di completamente diverso, una ricetta non con la polvere ma con la pianta vera e propria, provate la crema di legumi e moringa o l’hummus con moringa: vi sorprenderanno!

Moringa: dove trovarla?

Se vi siete convinti delle grandi proprietà di questa pianta davvero miracolosa e volete sapere dove trovarla, potete provare in tutte le erboristerie, dove troverete la moringa sotto forma di polvere, ottenuta dalle foglie essiccate della pianta. In alternativa, affidatevi ad Amazon!

Il ricettario d’autunno per piatti gustosi e profumati


Il segreto per conservare più a lungo frutta e verdura

Dieta del limone: dimagrire di 3 kg in soli 7 giorni. È follia o funziona?