Sapete perché è utile conservare le croste di formaggio? Ecco alcune idee per riciclare questo ingrediente e sfruttarlo nei modi più pratici.

In molti hanno dubbi e ci si chiede continuamente se la crosta di formaggio si può mangiare oppure no. La risposta è “si”, perché ci sono tanti modi in cui poter usare questa parte di prodotto e riciclare un ingrediente che, altrimenti andrebbe buttato. Se volete conservare croste di formaggio, ci sono alcuni trucchetti per sfruttarle. Per renderlo utile, vi sono tante idee per impiegarlo in ricette creative, per insaporire un piatto o per creare snack sfiziosi.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Conservare croste di formaggio
Conservare croste di formaggio

Conservare le croste di formaggio: idee pronte all’uso

Per rendere pronte all’uso le croste, bisogna prima lavarle e asciugarle con cura. Poi, si deve grattugiare la parte più esterna, nei buchi più piccoli della grattugia; controllate di eliminare tutte le scritte. A questo punto, potete conservare e riciclare le croste di formaggio.

Un primo metodo per capire come utilizzare le croste di formaggio in cucina, prevede di aggiungerle in un piatto di pasta. Prima, però, dovete ammorbidirle, mettendole in ammollo in brodo o in latte per 2 ore circa. Potete aggiungerle in pezzi per insaporire pasta e legumi o un gustoso risotto. Dopo averle ammorbidite, potete anche frullarle e usarle per realizzare gustosi aperitivi, arricchendo impasti salati, per polpette o torte rustiche.

Come usare le croste di parmigiano (e non solo)

Una volta lavate e ammorbidite nell’acqua calda, le croste di parmigiano sono buonissime se aggiunte in pezzi nel minestrone. Questi saporiti pezzi sono ottimi per arricchire di gusto un piatto di pasta e patate. Che siano di parmigiano o di un altro tipo, possiamo cucinare le croste di formaggio direttamente sulla piastra o al forno. Una volta rese ben croccanti possono diventare un ottimo snack, una delle idee più sfiziose sono le chips di formaggio. Un altro metodo è friggerle in olio caldo per renderle gonfie e gustose, oppure potete anche impanarle e poi passare alla frittura.

Conosciamo un altro prodotto della tradizione: l’olio extravergine d’oliva.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 02-06-2022


Ristorante Casa Bella sul Lago Maggiore: il miglior fritto di lago, cibo, location da sogno e accoglienza al top

Conoscete tutto sul mirtillo? Le proprietà e i benefici del frutto più amato in assoluto