Vi presentiamo la classifica dei 10 formaggi più costosi al mondo, tra i quali sono comprese tre varietà completamente italiane.

Ci sono vari fattori che influenzano il prezzo di un prodotto caseario. Per questo motivo, la classifica dei formaggi più costosi al mondo comprende una vasta varietà di prodotti, tutti differenti per origine e qualità. Dietro la creazione di questo ingrediente, fondamentale anche nella cucina tradizionale italiana, c’è un lungo lavoro e sapienti metodi, tramandati nel corso degli anni. La qualità di ciascuno, inoltre, dipende anche dallo stato e dai tempi di stagionatura, che portano al prodotto finale.

Curiosi di sapere qual è il formaggio più costoso al mondo? Procediamo!

La dieta depurativa per rimettersi in forma dopo le feste

Formaggi più costosi al mondo
Formaggi più costosi al mondo

I 10 Formaggi più costosi al mondo

Si comincia dal primo posto, per finire al decimo. Tra produzioni locali ad altre più diffuse, non tutti i formaggi sono accessibili alle nostre tasche. In questa carissima classifica, compaiono anche tre eccellenze casearie prodotte esclusivamente in Italia.

Pule

Pule
Pule

In vetta alla classifica c’è il Pule. Per capire il suo valore, bisogna sapere com’è fatto il formaggio più costoso al mondo. Questo prezioso prodotto arriva dalla Serbia e viene creato con latte di asina. Trovarlo non è facile e anche la sua produzione richiede molto lavoro. Ognuno di questi animali produce 20 litri di latte intero in un anno e, quindi, per ricavare almeno un chilo di materia prima ne servono 25. Inoltre, la mungitura deve essere fatta a mano, tre volte al giorno. Il processo di trasformazione è elaborato, per arrivare a un risultato di qualità: un composto sodo e friabile. Quanto costa il formaggio di asino? Si parte da 1.140 euro al chilo.

Moose cheese

Dalla Svezia arriva il carissimo Moose cheese. Questo è un formaggio prodotto con latte di alce, solamente nella fattoria “Elk House” di Bjurholm. Quest’ultima ne è l’unica produttrice a livello mondiale, in cui ci sono solo tre esemplari di questo animale. In un anno, riescono a produrre la quantità necessaria per realizzare 300 kg di formaggio. Il prodotto è talmente raro da raggiungere il prezzo di 1.000 euro al chilo, piazzandosi al secondo posto in classifica.

White Stilton Gold

Uno dei pochi prodotti che nel Regno Unito possiede il marchio Dop è il White Stilton Gold. Si tratta di un formaggio di latte vaccino, prezioso anche nella sua composizione. Insaporito con una punta di liquore d’oro, contiene delle gocce d’oro anche al suo interno. Tutto commestibile, è prodotto in soli sei caseifici, sparsi nel mondo. Il suo valore sul mercato è pari a 900 euro al chilo.

Wyke Farms Cheddar

Dal Regno Unito arriva anche il Wyke Farms Cheddar. La sua produzione è cominciata nel 1860, mantenendo nel tempo la sua consistenza a pasta molle e arricchita dall’aggiunta del tartufo bianco e di scaglie d’oro commestibile. Noto anche con il nome di “Cheddar d’Oro”, questo prodotto deve stagionare un anno, per raggiungere la massima qualità. Il prezzo è di circa 500 euro al chilo.

Bitto storico

Volete sapere qual è il formaggio più costoso in Italia? La risposta è il Bitto Storico (o Storico ribelle), che è al quinto posto. La sua produzione si concentra maggiormente tra giugno e settembre e avviene sulle Prealpi Orobie. La materia prima che si utilizza è il latte di vacca crudo e il latte di capre di razza orobica. La sua qualità dipende dai tempi di stagionatura: può essere conservato anche per 10 anni, diventando sempre più squisito. Può essere acquistato a 300 euro al chilo.

Caciocavallo Podolico

Caciocavallo podolico
Caciocavallo podolico

Continuiamo con un’altra eccellenza italiana: il Caciocavallo Podolico. Considerato un formaggio nobile, è prodotto dal latte di mucche di origine ucraina. Queste sono allevate in alcune regioni italiane, tra cui l’Abbruzzo dove è diffusa la tipica ricetta del timballo con caciocavallo e carne d’agnello. Ha una consistenza morbida, che in bocca quasi si scioglie. Il suo prezzo è di 100 euro al chilo.

Old Ford

Al settimo posto nella classifica dei formaggi più costosi al mondo troviamo l’Old Ford. Di origine inglese, viene prodotto con latte di capra e ha un retrogusto agrumato, a volte quasi fiorato. I tempi di stagionatura variano. Con temperature calde, possono bastare tre mesi per raggiungere la massima qualità. In quelle più fredde, possono servire anche otto mesi. Ad ogni modo, il suo prezzo resta di 100 euro al chilo.

Epoisses

Epoisses
Epoisses

Dalla Francia e con tutta la sua morbidezza, arriva l’Epoisses. Si parte dal latte vaccino crudo, che va cotto in una scatola di legno. La sua superficie è rivestita da una saporita crosta dalle sfumature ramate, mentre il suo interno è burroso e arricchito da un retrogusto alcolico, dovuto al lavaggio finale in acquavite. Il suo prezzo è di 95 euro al chilo.

Jersey Blue

Jersey blue
Jersey blue

A pasta molle è anche il Jersey Blue. Si tratta di un formaggio svizzero e grasso, ricavato dal latte di mucche della razza Jersey. I suoi tempi di stagionatura sono molto brevi e il risultato incredibilmente morbido. Anche il suo aspetto è molto particolare, perché caratterizzato da sottili venature di colore blu. Il prezzo sul mercato è di 90 euro al chilo.

Caciobufala

Caciobufala
Caciobufala

Al decimo posto c’è un altro formaggio italiano, ovvero il Caciobufala. La materia prima utilizzata è il latte di bufale, provenienti dagli allevamenti della Piana del Sele. La sua forma è assolutamente caratteristica, perché è allungata e tondeggiante. La sua consistenza morbida è anche aromatica. Il prezzo è di 85 euro al chilo.

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 09-12-2021


Bonton natalizio: le regole per sopravvivere a pranzi e cene di Natale

La scuola di cioccolato di chef Amaury su Netflix: il nuovo talent