Non lo credete possibile? E, invece, è proprio così: ecco in che modo e cosa cucinare in lavastoviglie, per risparmiare.

Ebbene sì, cucinare in lavastoviglie è possibile. Sebbene suoni quasi impossibile, questo elettrodomestico è utile tanto per lavare le stoviglie e oggetti di varia natura quanto per rendere cotti alcuni alimenti. Farlo è molto facile, basta solo seguire alcuni accorgimenti e usare gli strumenti adatti. Grazie alle sue basse temperature, la lavastoviglie è utile per cuocere il cibo in vari modi ed evitando notevoli sprechi.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Cucinare in lavastoviglie
Cucinare in lavastoviglie

Cucinare in lavastoviglie: tutti i consigli

La cottura in questo elettrodomestico risulta pratica e anche economica. Farlo può indurre ad evitare sprechi di tempo e anche di energia. Grazie alle sue varie e basse temperature si adatta alla cottura di vari alimenti. Ciò che vi serve sono contenitori perfettamente ermetici; potete usare barattoli in vetro o sacchetti per sottovuoto adatti alla cottura, purché siano a tenuta ermetica. Per imparare come si cucina in lavastoviglie, potete utilizzare tre diversi tipi di programma.

Il programma ECO, ovvero tra i 50-55°C, è adatto per alimenti che necessitano di basse temperature, come le uova alla coque. Il lavaggio normale, che si identifica con il programma 2, prevede una temperatura compresa tra i 60-65°C; il lavaggio intensivo, ovvero il programma 1, raggiunge i 70-75°C, adatto per cibi che necessitano di una cottura a temperature più alte, come le uova sode.

I benefici della cottura in lavastoviglie

Tra i principali sprechi che vengono evitati, se si cucina con questo elettrodomestico, vi sono quelli di tempo. Infatti, potete azionarlo e lavare e cuocere allo stesso tempo, disponendo all’interno sia le stoviglie da lavare che i contenitori pieni di cibo da cuocere. In questo modo, potete procedere a 2 azioni in 1. Inoltre, il cibo cotto in questo modo può essere pronto in anticipo: se azionate la lavastoviglie la sera, potete avere il pranzo o la cena già pronti per il giorno successivo. Non dovete nemmeno passare tempo a controllare l’andamento della cottura in lavastoviglie, ma solamente aspettare che sia terminata.

Cuocendo gli alimenti a bassa temperatura, in particolare la carne, possono risultare più succosi e teneri. Oltre a guadagnarci in gusto, potete anche badare alla vostra salute, perché con questa cottura è più difficile la formazione di sostanze tossiche negli alimenti. Vi sono anche altri vantaggi di cucinare in lavastoviglie. Lavando e cuocendo contemporaneamente, si evitano sprechi di acqua e corrente elettrica; inoltre, si riducono sprechi di cibo perché, soprattutto la carne, se cotto in sottovuoto e basse temperature può essere conservato più a lungo.

Ricette per cucinare in lavastoviglie

La carne, che sia rossa o bianca, può essere cotta in sottovuoto con il programma ECO; il pesce necessità di temperature più alte e si adatta al lavaggio con programma 2. Tra le ricette da fare in questo elettrodomestico, vi è quella della composta di frutta: tagliatela a dadini e versatela in un vasetto in vetro con succo di limone e zucchero, azionate il programma 1 e aspettate che sia pronta.

Per cuocere filetti di pesce, come ad esempio il merluzzo, potete inserirlo in un contenitore in vetro, insieme a sale, cipolla tritata, erbe aromatiche, olive e olio. Fate cuocere durante il lavaggio normale e, in pochi minuti, il piatto è pronto.

Ecco la guida su cosa mettere e cosa non mettere in lavastoviglie.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 22-05-2022


Latte di piselli, cos’è, valori nutrizionali e come prepararlo

Attenzione! Ecco quale cioccolato non fa ingrassare