Un po’ di aceto, fettine di mela, succo di limone: scopriamo i migliori consigli della nonna per friggere senza odori e liberarsi dall’odore di fritto!

Nei periodi di festa o nella grandi occasioni la frittura è uno dei piatti must. Tuttavia, il cattivo e persistente odore sprigionato dall’olio può scoraggiare dalla preparazione di deliziosi manicaretti come ad esempio i dolci di Carnevale (che sono, appunto, quasi tutti fritti). Seguendo dei piccoli accorgimenti, però, potrete finalmente friggere senza odori in casa. Come? Semplice: con l’aceto, il limone o i chiodi di garofano. Oltre a questi trucchetti, poi, vedremo anche dei rimedi post frittura, per eliminare l’odore. Iniziamo!

Come friggere senza odori: 5 consigli

– Innanzitutto, per friggere senza odori, cercate di prendere la buona abitudine di coprire sempre la pentola con un coperchio. Questo attenuerà un po’ la diffusione dei cattivi odori. Se riuscite, poi, cercate di friggere sul fornello più vicino alla finestra, che sarebbe meglio lasciare socchiusa durante tutta la frittura.

friggere
friggere

– Le nonne le sanno proprio tutte: aggiungendo delle fettine di mela nell’olio per friggere, riuscirete a limitare l’odore sgradevole e anche la produzione di fumo. Quindi, tagliate una mela a fettine e immergetela nell’olio freddo. Quando inizierà a dorarsi, capirete anche che l’olio è abbastanza caldo per friggere.

– Anche il prezzemolo funziona da catalizzatore del fumo: buttatene un mazzetto nell’olio freddo e procedete con la frittura.

– Se state preparando delle fritture che richiedono molto tempo, provate a tamponare la situazione mettendo sul fornello accanto un pentolino con acqua e aceto bianco. Aiuterà ad annientare gli odori!
Naturalmente, però, anche l’odore dell’aceto è forte e – per qualcuno – sgradevole. Potete quindi fare bollire acqua, chiodi di garofano e foglie di alloro.

– Anche il limone è perfetto per eliminare i cattivi odori (persino in caso di frittura di pesce). Spremete il succo mezzo limone nell’olio freddo e tuffate poi l’agrume direttamente all’interno della pentola con tutta la buccia. Quando l’olio si scalda, il limone donerà un aroma piacevole al fritto ed eliminerà i cattivi odori sprigionati dall’olio e dal pesce.
Però, non fatelo mai quando l’olio e caldo: è molto pericoloso!

Come eliminare la puzza di fritto dalla cucina?

Dopo aver finito di cucinare, invece, potete eliminare l’odore di fritto in casa grazie a degli speciali decotti a base di spezie.

  1. Fate bollire in un pentolino delle scorze di arancia e aggiungete verso la fine dei chiodi garofano. Questi due potenti profumi annienteranno il cattivo odore del fritto e ritroverete la casa profumata.
  2. Ovviamente, fate arieggiare la stanza aprendo le finestre e azionando la cappa.

L’invasione del cibo spazzatura: un documentario ci svela cosa c’è nel nostro piatto

5 cibi salutari (che pensavi facessero male)