Ingredienti:
• 250 g di zucchero
• 250 g di albumi
• 250 g di farina di mandorle
difficoltà: facile
persone: 8
preparazione: 10 min
cottura: 15 min

Dacquoise, scopriamo cos’è e come si usa il biscotto meringa francese tanto amato dai pasticceri e così semplice da preparare.

La dacquoise è una preparazione base della pasticceria francese, una via di mezzo tra una meringa e un macaron con una consistenza croccante all’esterno e morbida all’interno. Si utilizza solitamente come base nei dolci per conferire una nota croccante, soprattutto in abbinamento a creme e mousse e si prepara con solo tre ingredienti: albumi semimontati, zucchero e farina di frutta secca.

La variante più utilizzata è la dacquoise alle mandorle ma non mancano quelle di nocciole e noci in base all’estro del pasticcere. Come è facile intuire dal nome, il biscuit dacquoise viene solitamente preparato rotondo, dressando l’impasto su carta forno con una tasca da pasticcere, ma nessuno vi vieta di scegliere altre forme. La dacquoise è una ricetta a base di mandorle e meringa che dovreste tenere bene a mente se siete dei pasticceri amatoriali.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

dacquoise
dacquoise

Dacquoise: la ricetta base per prepararla

  1. Montate gli albumi con metà dello zucchero utilizzando delle fruste elettriche o una planetaria munita di gancio a filo.
  2. Mescolate lo zucchero rimasto con la farina di mandorle e incorporate il tutto al composto precedente con dei movimenti delicati dal basso verso l’alto.
  3. Trasferite il tutto in una tasca da pasticcere munita di beccuccio liscio di un centimetro e dressatelo su una teglia rivestita di carta forno. Per aiutarvi a tracciare un cerchio preciso potete ricalcare la forma dello stampo che andrete a utilizzare con una matita e poi girare il foglio così da vederlo in trasparenza. Con queste dosi escono due dischi da 20 cm.
  4. Mettete a cuocere a 180°C per 15 minuti, tenendo la porta del forno socchiusa. Utilizzatela una volta fredda staccandola delicatamente dalla carta.

Tutte le varianti della dacquoise

Le varianti più semplici di questo dolce solo la dacquoise al pistacchio e la dacquoise alle nocciole che si preparano semplicemente sostituendo alla farina di mandorle quella di pistacchi e di nocciole per l’appunto. Per quanto riguarda invece la dacquoise al cocco sostituite 90 g di farina di mandorle con altrettanta farina di cocco e otterrete una base per i vostri dolci davvero incredibile, perfetta per quelle preparazioni di ispirazione tropicale. Potevamo poi lasciarvi senza la ricetta della dacquoise al cioccolato? In questo caso sostituite 25 g di farina di mandorle con pari peso di cacao amaro e il gioco è fatto.

E se volete qualcosa di più classico basta provare a realizzare la ricetta del pan di Spagna al cioccolato.

Conservazione

La dacquoise teme l’umidità quindi vi consigliamo di conservarla ben protetta da fogli di alluminio per massimo un giorno prima di utilizzarla nelle vostre ricette.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 02-02-2022


Le lasagne radicchio e salsiccia è un primo piatto sfizioso e irresistibile

Torta salata radicchio e taleggio fragrante e gustosa