I datteri sono un frutto ricco di proprietà e benefici per la salute. Conosciamoli insieme e scopriamo quanti mangiarne al giorno.

Siamo abituati a vedere i datteri sulla tavola di Natale ma, dal momento che si consumano prevalentemente secchi, è possibile godere delle loro proprietà durante tutto l’anno. I datteri sono il frutto di una palma originaria del medio oriente la cui coltivazione si è estesa poi in nord Africa e in California.

Proprio queste diverse zone di coltivazione danno vita alle tre varietà più diffuse di datteri: quelli di Israele, carnosi e pregiati; i datteri della Tunisia, piccoli, ugualmente dolci e decisamente più economici; quelli della California, scuri e più dolci di tutti.

Feste in tavola! Piatti facili, sfiziosi e originali!

Datteri
Datteri

Proprietà dei datteri

I datteri sono un frutto dalle innumerevoli proprietà. Il loro sapore dolce li rende graditi a tutti ma occorre prestare attenzione alle quantità. Il dattero infatti è un frutto molto calorico: le calorie del dattero sono circa 280 per 100 grammi di prodotto.

A fronte dell’elevato apporto calorico però troviamo numerose vitamine (A, B1, B2, B3, B5, B6, C, E e K), e sali minerali (potassio, ferro, calcio, selenio, sodio, fosforo, magnesio, rame, zinco, manganese, zolfo) che, contrariamente a quanto avviene and alcune vitamine, si mantengono durante il processo di essiccazione. Non mancano poi amminoacidi essenziali come lisina, metionina, arginina, leucina e alanina.

I datteri sono noti per il loro potere energizzante, soprattutto nei soggetti sottopeso, nei bambini e gli sportivi. Il contenuto di potassio, addirittura superiore a quello delle banane, contribuisce al funzionamento del sistema nervoso e stimola la diuresi.

Le proprietà antinfiammatorie del frutto aiutano ad alleviare i sintomi del raffreddore, favorendo la guarigione, ma sono utili anche per aiutare la concentrazione.

I datteri, grazie all’elevato contenuto di fibre, favoriscono il transito intestinale apportando benefici al sistema digestivo.

Quanti datteri consumare al giorno

I datteri, dato l’elevato contenuto di zucchero, sono sconsigliati in caso di diabete e iperglicemia. Non sono adatti poi agli intolleranti al nichel o ai soggetti affetti da gastriti e ulcere. La quantità giornaliera di datteri varia pertanto da persona a persona ma come sempre è bene non eccedere. Si consiglia comunque di non superare i 3-5 datteri al giorno.

Potete anche rendere i datteri protagonisti della vostra tavola e servirli ad esempio come antipasto. Ecco la nostra ricetta!

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 08-02-2020


Andiamo alla scoperta della cerimonia del tè giapponese

Cosa mangiano i bambini nel mondo?