Lime e limone: differenze, utilizzi in cucina e proprietà

Qual è la differenza tra lime e limone?

Entrambi appartenenti alla famiglia degli agrumi, lime e limone si differenziano non solo per forma e sapore. Vediamo perché.

Lime e limone non sono la stessa cosa e gli estimatori di questi due agrumi lo sanno bene. Sebbene infatti il lime venga spesso sostituito con il limone, tra i due c’è qualche differenza per quanto riguarda sapore e profumo.

Il limone, conosciuto nel bacino del Mediterraneo fin dall’antichità, è caratterizzato da una buccia gialla e aromatica, utilizzata per la produzione di oli essenziali ma anche per aromatizzare pietanze dolci e salate. Il lime invece è più piccolo e solitamente viene raccolto acerbo, quando la buccia è di colore verde acceso e sprigiona il massimo della sua aromaticità.

Lime e limone
Fonte foto: https://pixabay.com/it/limone-lime-mandarino-orange-584259/

Lime e limone: differenze

Siamo abituati ad utilizzare il limone in cucina non solo come aroma, ma anche nel classico abbinamento acqua e limone, da assumere alla mattina a stomaco vuoto. Continuiamo invece a guardare il lime, frutto di una pianta chiamata limetta, con diffidenza, etichettandolo come ingrediente esotico e sostituendolo con il più noto agrume.

È vero che il lime, per sua natura, preferisce climi tropicali e difficilmente viene coltivato del bacino del Mediterraneo (fa eccezione solo l’Egitto), tuttavia il suo utilizzo in cucina si sta via via diffondendo. La sua buccia verde e aromatica, racchiude una polpa succosa e molto più acidula rispetto al limone. È perfetto non solo per la preparazione di cocktail e della famosa key lime pie, ma anche per bilanciare i sapori di piatti esotici come curry e zuppe.

Attenzione però a non confondere il lime con il finger lime. Quest’ultimo, anche detto caviale di limone, è un agrume la cui buccia racchiude piccole perle dal sapore di agrume simile al caviale.

Valori nutrizionali lime e limone

Dal punto di vista delle calorie, i due agrumi sostanzialmente si equivalgono: 30 kCal per 100 g di prodotto. Si differenziano invece per il contenuto di acido citrico, maggiore nel lime, e per le vitamine. In particolare il limone contiene una maggior quantità di vitamina C, mentre il lime contiene più vitamina A (più del doppio).

Fonte foto: https://pixabay.com/it/limone-lime-mandarino-orange-584259/

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 23-01-2019

X