Dove e come conservare i vini: temperatura e consigli

Conservare i vini in casa: la guida definitiva per non fare errori

Conservare i vini correttamente è possibile anche per chi non possiede una cantina: ecco alcune e semplici regole per una perfetta conservazione.

Vi hanno regalato una bottiglia di vino o finalmente siete riusciti ad acquistare quella bottiglia di cui vi hanno parlato? Se non volete consumare subito il vostro vino e volete conservarlo in attesa della giusta occasione, ecco alcune indicazioni utili su come conservare in casa il vino. Bastano alcuni accorgimenti per conservare i vini correttamente e per mantenerne alterate proprietà e caratteristiche.

Come conservare il vino in casa

Per prima cosa è importante sapere che le bottiglie di vino vanno conservate al buio, soprattutto quelle di vetro chiare. L’esposizione alla luce, infatti, avvia i processi ossidativi e soprattutto l’esposizione ai raggi solari e al calore può degradare velocemente il vino. Un luogo adatto è la cantina o tutt’al più un ambiente in cui la temperatura di conservazione del vino si mantenga con costanza attorno ai 15 gradi.

Bottiglie di vino
Bottiglie di vino

Altro nemico del vino è l’odore: per non rovinare il vino, infatti, è importante non tenere le bottiglie in una stanza dedicata alla stagionatura di formaggi o salumi, conservazione di trecce di aglio o cipolle. Questo è dovuto al fatto che il sughero dei tappi ha un’elevata capacità di assorbire gli odori dell’ambiente circostante.

Oltre al caldo, anche il freddo può essere dannoso per il vino e per questo i vini bianchi vanno conservati in frigorifero al massimo per un paio di giorni.

Come disporre le bottiglie di vino correttamente

Una corretta conservazione del vino richiede che le bottiglie vadano tenute coricate. Ebbene sì, se anche voi state pensando che questo potrebbe essere un rischio perché poi “il vino sa di tappo”, potete stare tranquilli.

A meno che non abbiate del vino da consumare giovane, le bottiglie vanno sempre conservate distese su di un fianco. In questo modo il tappo è a contatto con il vino e il sughero inumidito aderisce alle pareti del collo della bottiglia, impedendo all’ossigeno di rovinare il vino.

Seguendo queste semplici regole potrete conservare il vino rosso o quello bianco più a lungo!

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 23-10-2019

X