Ecco come conservare i fagiolini sott’olio!

Ingredienti:
• 1 kg di fagiolini
• 300 ml di aceto bianco
• olio extravergine di oliva e olio di semi q.b.
• peperoncini q.b.
• spicchi d'aglio a piacere
• sale q.b.
• 700 ml di acqua
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 20 min
cottura: 7 min
kcal porzione: 120

Scopriamo come conservare i fagiolini sott’olio e la ricetta per realizzare una conserva facile e gustosa – da assaporare anche d’inverno.

Nel periodo primaverile, chi li coltiva nell’orto, rischia di trovarsi con una quantità di fagiolini smodata. Siete nella difficile situazione in cui non sapete più in che salsa gustarli? Beh ma allora la soluzione è davvero semplice: metteteli via e conservateli per l’inverno – quando vi verrà voglia e saranno impossibili da trovare! Vi spiegheremo infatti come realizzare i fagiolini sott’olio: una conserva davvero semplice, e anche molto veloce (dovete solo calcolare che non potrete gustarli prima di un mese).

Gli ingredienti sono semplici come sembra: fagiolini, olio (di semi e d’oliva), acqua, aceto e aromi come aglio e peperoncino. Prima di inserirli nei vasetti, poi, li faremo sbollentare, senza farli cuocere del tutto in modo che rimangano belli croccanti. Mettiamoci all’opera!

Fagiolini sott'olio
Fagiolini sott’olio

Preparazione dei fagiolini sott’olio

Per prima cosa, iniziate lavando bene i legumi sotto acqua corrente; poi, con un coltello, privateli delle due estremità e del filetto che le connette.

In un pentola capiente, fate bollire l’aceto (300 ml) e l’acqua (700 ml). Una volta raggiunta l’ebollizione, aggiungete i fagiolini e fateli cuocere per 6-7 minuti. Scolate e fateli raffreddare; per non farli diventare subito neri e arrestarne la cottura, tuffateli subito in una bacinella con acqua fredda e ghiaccio.

Dopo averli asciugati con un canovaccio pulito, inserite i fagiolini in vasetti di vetro sterilizzati; aggiungete anche peperoncini essiccati e spicchi d’aglio a pezzi a piacere.

Coprite completamente con olio di semi e olio di oliva in parti uguali. Chiudete i vasi di vetro con il coperchio e conservate in un luogo fresco e asciutto. Prima di mangiarli, dovete attendere almeno un mese.

Fagiolini sott’olio in agrodolce: la variante

Dopo la ricetta classica, vi presentiamo anche quella un po’ più particolare: quella dei fagiolini in agrodolce. Gli ingredienti sono leggermente diversi: oltre a 1 kg di fagiolini, dovrete procurarvi 1 litro di aceto, 100 ml di olio d’oliva, 150 g di zucchero e 1 cucchiaio di sale.

Ponete in pentola aceto, olio, zucchero e sale e una volta raggiunta l’ebollizione, aggiungete i legumi. Scolateli dopo 5 minuti e riponeteli nei loro vasetti (accuratamente sterilizzati). Invece che con l’olio, questa volta vanno coperti con il loro liquido di cottura, accuratamente filtrato.

Poneteli in luogo fresco e asciutto e gustateli dopo un mese.

Fagiolini sott’olio: conservazione

I fagiolini in barattolo si conservano fino a un anno. Ogni vasetto, dopo l’apertura va conservato in frigo per circa una settimana; controllate con cura che i legumi siano sempre ricoperti dal liquido in modo da scongiurare l’insorgenza di muffe.

Se notate cambiamenti di odore o consistenza, buttateli via.

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 09-04-2019

X