Drogati di formaggio? E’ possibile, perchè la caseina contenuta in essi funziona come gli oppiacei

Dolci, cioccolato, caffè, ma anche il formaggio, sono tutti cibi che possono dare dipendenza e per questo essere quasi considerati come vere e proprie droghe; in particolare, la dipendenza da formaggio è stata dimostrata da uno studio sulle dipendenze alimentari condotto dai ricercatori dell’Università di Yale e pubblicato sulla U. S. National Library of Medicine. Sono stati analizzati 500 studenti che hanno risposto a un questionario dettagliato sulle loro abitudini alimentari nella loro quotidianità: ne è risultato, che oltre a dolci e caffè, uno degli alimenti più citati e consumati con maggiore regolarità, era la pizza, in tutte le sue sfaccettature e i suoi mille possibili condimenti.

La dipendenza da formaggio

L’unica costante sulla pizza, presente sulla maggior parte dei questionari, era il formaggio, e infatti è proprio merito, o colpa, di quest’ultimo se la pizza crea dipendenza negli studenti: precisamente e la caseina contenuta in esso l’elemento chiave della ricerca e della dipendenza. E’ stato stabilito infatti che la caseina, contenuta in tutti i derivati del latte, è una proteina che è in grado di rilasciare casomorfine durante la digestione, un processo molto simile a quello degli oppiacei: entrambi riescono a entrare in contatto con i ricettori della dopamina e in questo modo, causano prima l’assuefazione, poi la dipendenza.

Si può quindi concludere che il formaggio e i latticini in genere siano paragonabili a una droga per la loro capacità di diventare quasi una necessità quotidiana: è noto infatti che molti, anche e soprattutto nella dieta mediterranea, sono abituati a consumare il formaggio a ogni pasto, come conclusione o abbinato a qualche altra pietanza. Ma, sono molti i cibi che danno dipendenza e che bisognerebbe imparare a calibrare onde evitare problemi di salute: tra tutti ricordiamo i dolci, ricchissimi di zuccheri, e molti anche a base di latte, oppure il caffè, ma anche lo stesso, classicissimo cioccolato, sfizio del quale molti non riescono proprio a farne a meno.

Il ricettario d’autunno per piatti gustosi e profumati


L’OMS inserirà wurstel e hamburger nella lista dei cancerogeni

Canvas Project: Marriott trasforma la ristorazione in Hotel