Ginseng: proprietà e controindicazioni della radice superfood

Tonico e stimolante, ecco cos’è il ginseng e quali sono le sue proprietà

Il ginseng è una radice dalle mille proprietà, conosciuto ai più per essere uno degli ingredienti del caffè al ginseng. Scopriamone insieme i benefici per la salute.

Il Ginseng, nome scientifico Panax Ginseng, è una pianta di origine asiatica appartenente alla famiglia delle Araliacee. Nota da anni per le sue proprietà toniche ed energizzanti, solo in tempi recenti la scienza ha cercato di vederci chiaro e scoprire le mille virtù di questa radice.

Proprietà del ginseng

Il ginseng viene definito “tonico adattogeno” perché permette al corpo di adattarsi a nuove situazioni: non solo climatiche, ma anche lavorative o, più in generale, che comportino un forte stress per il sistema psicofisico. Il ginseng apporta infatti una dose extra di energia al corpo che può essere spesa per aumentare la concentrazione (sul lavoro o nello studio), per uscire da un periodo di convalescenza, ma anche per smettere di fumare.

Ginseng
Ginseng

Questa radice inoltre è in grado di abbassare il livello del colesterolo LDL, migliorare la circolazione sanguigna e di conseguenza la pressione, oltre che a essere un supporto per il sistema immunitario.

Ginseng: dosi consigliate

Il ginseng si trova in commercio in diverse forme: polvere, capsule, radice secca, estratti o infusi, quindi è difficile stabilire con precisione la dose corretta per ciascun individuo.

In linea di massima, però, si può dire che:

• Sotto forma di estratto la dose massima consigliata è di 30-40 mg al giorno.
• Quando si parla di tintura madre, sono concesse al massimo 30 gocce 1 o 2 volte al giorno.
• Per quanto riguarda gli integratori a base di ginseng invece è opportuno consultare il medico o l’erborista.

Il caffè al ginseng, pur contenendo solo una piccola percentuale di estratto in polvere, fornisce all’organismo una carica di vitalità.

Controindicazioni della radice

Come tutte le sostanze, anche il ginseng presenta delle controindicazioni. In soggetti particolarmente sensibili può provocare tachicardia, insonnia, agitazione e irritabilità.

Inoltre può interagire con alcuni farmaci anticoagulanti, pertanto prima di iniziare una terapia con questa radice è sempre opportuno consultare il medico.

Siete curiosi di scoprire un altro superfood? Provate le bacche di goji!

ultimo aggiornamento: 08-03-2020