Gli Scroccafusi del carnevale marchigiano

Gli Scroccafusi scrocchiano quando li masticate e a questo devono il loro nome.

chiudi

Caricamento Player...

Molte regole e scaramanzie sono legate agli Scroccafusi, un dolce tipico delle Marche le cui origini sono antiche e si innestano sulla tradizione rurale. Soprattutto, non fate entrare nessuno in cucina mentre li preparate!

DIFFICOLTÀ: 2

COTTURA: 50′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 60′ + 30′ di riposo

INGREDIENTI SCROCCAFUSI

  • 6 uova medie
  • 400 g di Farina
  • 10 cucchiai di olio di mais
  • 10 cucchiaini di zucchero
  • 6 cucchiai di Varnelli
  • 1 bustina di lievito
  • olio di arachide
  • miele e Alchermes per la decorazione

PREPARAZIONE SCROCCAFUSI

Rompete le uova, dividete i tuorli dagli albumi e montate a neve quest’ultimi. Intanto aggiungete l’olio e lo zucchero ai tuorli, una volta che il composto sarà spumoso aggiungetelo agli albumi che avete già preparato.

In un bicchiere mescolate il Varnelli (liquore secco all’anice tipo Mistral) con un po’ di farina e lasciatelo riposare.

Intanto pesate 400 g di farina, setacciatela, aggiungetevi il lievito e iniziate a impastarne un po’ insieme al composto di uova. Continuate versando un po’ di farina e aggiungendo un cucchiaino del composto a base di Varnelli che avete preparato e così via. A questo punto avrete ottenuto un composto morbido e un po’ appiccicoso.

Mettete sul fuoco una pentola con dell’acqua e portatela a ebollizione, con un cucchiaio prendete un po’ di impasto (non esagerate) e lasciatelo cadere nell’acqua. Lasciate le palline per circa 4/5 minuti nell’acqua e tiratele fuori solo quando saranno venute a galla.

Appoggiate gli Scroccafusi lessati su un canovaccio, asciugateli e lasciateli riposare per circa 30 minuti. Nel frattempo riscaldate l’olio per friggere e portatelo a ebollizione, a questo punto immergete 3 o 4 Scroccafusi e friggeteli a fuoco moderato. Li vedrete crescere di volume e diventare lentamente sempre più dorati.

Terminata la cottura lasciateli raffreddare, conditeli con miele e Alchermes o solo con il miele, a voi la scelta.

Quando l’Alchermes resta nella dispensa non è sempre facile trovargli una collocazione. Provate con questa ricetta: “Tartufini alla ciliegia e cioccolato bianco“.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!