La vellutata sedano rapa funghi e mele valorizza un ortaggio poco consumato, eppure conosciuto fin dall’antichità: è ora di provarlo.

La vellutata sedano rapa funghi e mele è cremosa e invitante. La noce moscata gli da il tocco finale, mitigando la dolcezza di mele e sedano rapa. Il sedano rapa è poco usato, eppure ha tante proprietà e può essere cucinato in molti modi diversi. Del sedano rapa si mangia solo la radice, dalla forma di un piccolo pallone globoso. Forse è proprio l’aspetto poco invitante il motivo per il quale è così poco apprezzato. Noi speriamo che questa ricetta vi aiuti a conoscerlo meglio.

DIFFICOLTÀ: 1

COTTURA: 15’

TEMPO DI PREPARAZIONE: 12’

INGREDIENTI PER LA VELLUTATA SEDANO RAPA FUNGHI E MELE (4 persone)

  • 1 sedano rapa
  • Mezza mela
  • 130 g di funghi champignon
  • 1 cipolla
  • 800 ml di brodo vegetale
  • Un rametto di timo
  • 2 cucchiaio di olio EVO
  • Noce moscata q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

PREPARAZIONE DELLA VELLUTATA SEDANO RAPA FUNGHI E MELE

Mettete il brodo vegetale a riscaldare in una pentola. Lavate e pelate il sedano rapa, quindi riducetelo a dadini delle dimensioni di 1-2 centimetri. Fate la stessa cosa con la mezza mela. Pulite la cipolla e tritatela grossolanamente. Mettete un cucchiaio d’olio in una pentola e aggiungete la cipolla tritata. Mettetela su un fuoco basso e fatela soffriggere per un minuto. Aggiungete sedano rapa e mele. fate prendere calore, quindi salate, pepate e versate mezzo litro di brodo vegetale caldo.

Fate cuocere per circa 15 minuti, girando ogni tanto. Alla fine il sedano rapa deve essere morbido e perfettamente cotto. Nel frattempo, lavate i funghi e tagliateli a fettine sottili. In una padella antiaderente versate il cucchiaio d’olio EVO rimasto. Versate i funghi, salateli e pepateli. I funghi tirano fuori dei liquidi, cuoceteli per circa 6-7 minuti girandoli spesso, o comunque fino a completa evaporazione dei liquidi.

Quando sedano rapa e mele sono cotti, frullateli con un frullatore a immersione. Se il composto dovesse essere troppo denso, aggiungete del brodo caldo siano a raggiungere la consistenza desiderata, ricordate che alla fine deve essere una vellutata. Aggiungete un pizzico di noce moscata e date un’ultima frullata.

Versate la vellutata nelle ciotole o nelle scodelle, e sopra adagiatevi delicatamente qualche fungo. Decorate con delle foglioline di timo fresco.

Potete concludere una cena tutta al naturale offrendo delle simpaticissime barrette ai cereali.

FOTO DA: PINTEREST

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 24-02-2017


Filetto di maiale alla birra, miele e vino rosso

Gli Scroccafusi del carnevale marchigiano