Come cucinare gli hamburger: cottura perfetta, trucchi e consigli

Hamburger: trucchi e consigli per una cottura perfetta

L’hamburger è un piatto che rende felici grandi e piccini: da solo o in un panino, l’importante è la cottura perfetta della carne. Vediamo come ottenerla!

Cuocere un hamburger di carne potrebbe sembrare un’operazione banale, come preparare una pasta al pomodoro. In realtà, però, sappiamo che è proprio dietro questi piatti semplici che si nascondono le insidie maggiori. Non so voi, ma a me è capitato di portare in tavola degli hamburger troppo duri e asciutti! Quindi oggi scopriamo come preparare degli ottimi hamburger ideali per farcire panini gourmet.

Hamburger: cosa fare prima della cottura

Prima di mettersi ai fornelli, occorre ricordarsi di tirare fuori dal frigorifero la carne almeno un’ora prima. In questo modo le fibre avranno modo di distendersi e la cottura sarà uniforme.

Inoltre, mettere gli hamburger freddi sulla piastra provoca un abbassamento repentino della temperatura della stessa. Il risultato sarà un hamburger lesso, invece che succoso e saporito.

Infine, utilizzare carne a temperatura ambiente, ci permette di ottenere una cottura uniforme anche al centro senza rischiare di bruciarlo.

Hamburger crudi
Hamburger crudi

Hamburger: la cottura perfetta

Ora che abbiamo scoperto perché è importante utilizzare carne a temperatura ambiente, vediamo come comportarci con la cottura vera e propria. Il metodo più diffuso è quello in padella (o sulla piastra del barbecue, se lo avete), ma si può cuocere anche in forno o al microonde. In qualsiasi modo procediate, ecco alcuni consigli:

Non aggiungete grasso in cottura perché la carne di per sé tenderà a rilasciarne.

• Lo spessore ideale della svizzera, inoltre, è di due centimetri: in questo modo la carne cuocerà in modo uniforme.

• Infine, iniziate sempre con una padella, una piastra o un forno caldo: solo quando sarà rovente aggiungete i vostri hamburger.

• L’ultima cosa da sapere prima di mettersi ai fornelli è che la carne non va mai schiacciata in cottura. Difatti, dopo il primo shock termico a cui viene sottoposta, la parte esterna si caramellizza e permette ai succhi di non fuoriuscire. Schiacciandola rompiamo questa sorta di guscio e il risultato sarà un hamburger asciutto e poco saporito.

Come cuocere un hamburger in padella o sulla piastra

Prima di tutto vi consiglio di utilizzare una bistecchiera, così da ottenere le classiche striature sulla carne. In alternativa, andrà benissimo anche una padella antiaderente.

I tempi di cottura dell’hamburger sono:

• 2 minuti per lato per un hamburger al sangue.
• 4 minuti per lato per un hamburger a cottura media.
• 5 minuti per lato per un hamburger ben cotto.

Ora che avete capito come cuocere ottimamente la carne, seguite i nostri consigli per preparare dei panini gourmet!

Hamburger
Fonte foto: https://pixabay.com/it/hamburger-fuoco-grill-alla-griglia-1839090/

Hamburger al forno

Spesso non li cuciniamo al forno per paura che restino secchi. L’errore che facciamo è quello di farli cuocere troppo: 10 minuti a 180°C sono sufficienti.

Stendeteli su una teglia ricoperta di carta forno (o in una pirofila) e copriteli con un foglio di alluminio in modo che tutti i succhi rimangano all’interno.

Sembra quasi un’eresia, ma c’è anche chi ama fare fare l’hamburger al microonde (più per questioni di tempo, a dire il vero). Se ci voleste provare fate così: ponete una svizzera alla volta nel vano del forno a microonde e azionate per 3 minuti alla massima potenza.

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 24-11-2019

X