Ingredienti:
• 500 g di lesso
• 1 lattina di pelati
• 2 cipolle rosse
• 2 cucchiai di olio
• sale q.b.
• pepe q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 10 min
cottura: 30 min

Il lesso alla picchiapò è un prodotto tipico della cucina romana preparato con lesso avanzato, pomodoro e cipolle. Ecco la ricetta!

La cucina italiana è ricca perlopiù di ricette povere e di recupero, segno di un passato contadino fatto di ristrettezze. Negli ultimi anni però si è assistito a una crescente rivalutazione di questi piatti, come nel caso del lesso alla picchiapò. Questa ricetta romana nasce dall’esigenza di riutilizzare la carne impiegata per la preparazione del brodo, il lesso appunto, troppo duro per essere consumato alla maniera tradizionale.

Si decide quindi di aggiungere cipolle e salsa di pomodoro ottenendo così un secondo piatto gustoso che, nelle varianti più ricche, prevede anche l’aggiunta delle patate. Perfetto come secondo piatto, il picchiapò non richiede lunghi tempi di cottura. Per quanto riguarda l’origine del nome invece, ci sono diverse correnti di pensiero: secondo alcuni deriva dall’usanza di picchiare la carne sul tagliere per renderla più tenera, secondo altri si rifà a una maschera del carnevale nota come Bicchiapò o ancora al protagonista di una favola di Trilussa. Ma scopriamo insieme tutti i passaggi per realizzarlo.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Lesso alla picchiapò
Lesso alla picchiapò

Come preparare la ricetta del lesso alla picchiapò

  1. Per prima cosa affettate finemente le cipolle e trasferitele in un tegame insieme all’olio e a un pizzico di sale.
  2. Tagliate il lesso a tocchetti di circa 2 cm di lato, come se fosse uno spezzatino, e unitelo in padella insieme ai pelati schiacciati con una forchetta.
  3. Insaporite con una macinata di pepe e lasciate cuocere con il coperchio per 30 minuti.
  4. Servite il lesso ben caldo accompagnato da qualche fetta di pane per fare la scarpetta.

Un altro modo di gustare il lesso è accompagnarlo con la salsa verde, preparata seguendo la ricetta tradizionale piemontese.

Conservazione

Il lesso alla picciapò si conserva in frigorifero per un paio di giorni. Il nostro consiglio però è quello di consumarlo appena fatto per evitare che la carne si indurisca ulteriormente.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 06-03-2022


Tagliatelle asparagi e fave… e pancetta è tutta da provare!

Come preparare il pancotto pugliese con il Bimby facilissimo