Nasce il Manifesto della Merenda: un vademecum per genitori

Nasce il Manifesto della Merenda: sicuri di farla nel modo giusto?

Il Manifesto della Merenda: suggerimenti e idee stilati per la prima volta in base a sesso ed età per una merenda sana ed equilibrata adatta ai vostri figli.

L’importanza della merenda è tale che ha spinto due grosse realtà come quella dell’Unione Italiana Food e dell’Istituto Bambino Gesù per la salute del bambino e dell’adolescente a stilare un vademecum per i genitori. In questo manifesto, il Manifesto della Merenda, vengono raccolti alcuni suggerimenti per portare in tavola una merenda sana ed equilibrata a seconda dell’età e del sesso del bambini.

Hanno così suddiviso i bambini e gli adolescenti in quattro diverse fasce d’età: 4-6 anni, 7-11 anni, 12-14 anni, 15-17 anni e stabilito ben 56 merende – che trovate all’interno del sito merendeitaliane.it – e che si caratterizzano per la varietà e per l’apporto nutrizionale equilibrato.

Punti chiave per una merenda sana

Quanto contenuto all’interno del manifesto può essere riassunto per parole chiave, semplici da ricordare e non troppo difficili da mettere in pratica ogni giorno.

Bambino che fa merenda
Bambino che fa merenda

Innanzitutto è importante che la merenda sia quotidiana, cioè fatta tutti i giorni, due volte al giorno, a metà mattina e a metà pomeriggio. In questo modo si assume la giusta dose di energia per affrontare le attività sportive e scolastiche.

È importante poi che sia adeguata all’età del bambino e al fabbisogno energetico. I ragazzi soggetti a sovrappeso poi dovranno seguire anche un percorso rieducativo alimentare.

La merenda deve essere poi allo stesso tempo moderata e saziante. Questo significa non solo rispettare l’apporto calorico consigliato, ma anche scegliere alimenti equilibrati e non troppo sbilanciati dal punto di vista zuccherino.

Quali alimenti scegliere?

Come per la colazione, anche la merenda deve essere varia. Evitare di consumare ogni giorno gli stessi alimenti è fondamentale per la dieta. A tal proposito infatti sarebbe opportuno optare in egual misura tra merende dolci e merende salate, in un certo senso rieducando i bambini al gusto.

Un esempio? Una fetta di pane, anche integrale, servita con una fetta di formaggio, della ricotta o del prosciutto. Tra i dolci, invece, è ottima anche una fetta di torta fatta in casa.

Perché non sperimentare qualche merenda anche con le verdure, come una bruschetta con olio e pomodorini? Fresca e saziante è perfetta per essere gustata a metà pomeriggio. Anche la frutta, fresca e secca, è fondamentale per assumere tutte le sostanze nutritive necessarie: impossibile farne a meno.

Ultimo punto, ma non meno importante, riguarda la tranquillità con cui i pasti devono essere consumati. Sempre di fretta e oberati da impegni, tendiamo a non prestare particolare attenzione a questo aspetto quando in realtà è di primaria importanza. Seduti, rilassati e in compagnia di nonni, genitori o amici: ecco come andrebbe gustata la merenda!

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 13-11-2019

X