La prossima primavera lo chef Massimo Bottura e Lara Gilmore apriranno la tenuta immersa nel verde Maria Luigia con dodici suite!

Nella campagna del modenese, Massimo Bottura e Lara Gilmore, hanno ristrutturato una grande tenuta immersa nel verde. Si tratta dell’Hotel Maria Luigia a Modena. A partire dalla prossima primavera lo spazio aprirà le porte ai suoi ospiti. All’interno sarà possibile trovare opere d’arte maestose, 12 suite di lusso, arredi di design e buon cibo.

L’inaugurazione è prevista per il 10 febbraio del 2019 e si tratta della prima esperienza nel settore degli alberghi per Bottura. Lo chef e la moglie hanno puntato sul loro territorio di origine. Scopriamo insieme meglio di cosa si tratta e tutto quello che c’è da sapere in merito.

Apre Maria Luigia a Modena: il nuovo hotel di Massimo Bottura!

Massimo Bottura e la moglie hanno deciso di aprire l’hotel a pochi passi dal cuore di Modena, infatti la tenuta si trova a soli 20 minuti d’auto dall’Osteria Francescana. All’interno è possibile trovare 12 suite di lusso, arredate con oggetti di design e opere d’arte.

10 ricette per arrivare pronti alla prova costume

Massimo Bottura e Lara Gilmore
Fonte foto: https://www.instagram.com/sairahospitality/?hl=it

Il nome del locale è un omaggio alla mamma del proprietario, appunto Maria Luigia. Si tratta di un luogo ideale per godersi un momento di relax all’aria aperta passeggiando tra i meravigliosi giardini. Inoltre è possibile gustare il buon cibo e osservare il design.

Sono presenti anche il campo da tennis e la piscina per i più sportivi, ma anche una stanza dedicata alla musica e al relax. È possibile godere della cucina per la colazione e il light lunch, inoltre ci sono numerosi libri da collezione e vinili da ascoltare.

Quanto costa soggiornare in questo luogo? Il prezzo si aggira intorno ai 450 euro a notte per una camera matrimoniale, con la possibilità di prenotare anche una cena al ristorante dello chef. Ogni camera è inoltre dotata di Lambrusco e Parmigiano Reggiano, per una prima degustazione e l’accoglienza.

Fonte foto: https://www.instagram.com/sairahospitality/?hl=it

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 10-02-2019


Matera: cosa e dove mangiare nella città dei Sassi

Chiude Peyrano: il laboratorio artigianale di Torino!