Avrete sicuramente notato che la frutta e la verdura dei supermercati è perfetta e quasi irreale, per questo arriva la campagna Naturally Imperfect

Nei supermercati troviamo un’innegabile e particolare attenzione ad esporre prodotti il più simili e perfetti possibile perchè pare che i consumatori preferiscano i frutti più grossi e i più belli. Quelli esteticamente più bruttarelli e meno attraenti, vengono sempre lasciati per ultimi, e addirittura non considerati nemmeno, quindi, per evitare le perdite, si è adottata questa strategia. Sembra però che le cose siano cambiando: arriva la campagna Naturally Imperfect in un supermercato canadese, che lancia una linea di frutta e verdura imperfetta.

Le ipotesi sulle preferenze dei consumatori si rivelano almeno in parte errate

A contrastare la tesi che il consumatore preferisca solo ortaggi perfetti, troviamo l’enorme successo che questa iniziativa sta riscuotendo.

Una scelta che elimina uno dei principali effetti collaterali: lo spreco di cibo, e lo scarto di prodotti buoni ma non belli.

Inoltre in natura i frutti non sono tutti uguali e perfetti, e la crescita degli ortaggi spesso viene gestita in modo artificiale.

La catena che ha lanciato questa idea è la Loblaws canadese aveva sperimentato la linea dal nome che tradotto diventa naturalmente imperfetti, già a marzo dello scorso anno. All’inizio si trattava solo di mele e patate, ma ora la gamma è stata ampliata.

Il successo dell’iniziativa è stato notevole e addirittura superiore alle aspettative, anche grazie al fatto che i prodotti con questo marchio sono venduti con uno sconto del 30% rispetto al prezzo normale.

L’idea era quella di creare una situazione in cui tutti potessero trarre beneficio. Ora sono contenti sia i produttori che così possono vendere quella parte della produzione che prima avrebbero dovuto lasciare marcire, che i consumatori che vogliono risparmiare o che comunque guardano oltre all’aspetto estetico di frutta e verdura.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 15-07-2016


Vino blu Gik: dimenticate tutto quello che sapete sul vino

Sottilette di cioccolato: sono finalmente realtà