Ingredienti:
• 350 g di semola di grano duro rimacinata
• 5 g di lievito di birra fresco
• 170 ml di acqua
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 20 min
cottura: 8 min

Il pane carasau è un prodotto tipico della Sardegna, famoso per la sua croccantezza. Ricco di storia è ancora oggi famoso in tutto il mondo per la sua bontà. Scopriamo la ricetta originale per prepararlo a casa.

Tra i piatti tipici della cucina italiana non si può non menzionare il pane carasau. Piatto tipico della Sardegna è infatti ormai famoso in tutto il mondo per il suo essere sottilissimo e croccante.

Noto anche come “carta musica” questo prodotto tipico si presta a essere gustato sia da solo che accompagnato da salumi e formaggi (o anche dal sugo). La sua bontà fa si che se ne consumino anche le briciole, tanto che non è raro mangiarlo anche al mattino per colazione.

Scopriamo quindi come si fa il pane carasau anche a casa!

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

pane carasau
pane carasau

Preparazione della ricetta del pane carasau fatto in casa

  1. Iniziate sciogliendo il lievito in un bicchiere d’acqua.
  2. In una ciotola capiente, versate la semola insieme all’acqua e iniziare a mescolare aggiungendo anche un pizzico di sale.
  3. Quando si ottiene un composto lavorabile con le mani, dategli la forma di una palla e mettetelo a lievitare per circa 15 minuti.
  4. Una volta passato il tempo, dividete l’impasto in tre o quattro panetti. Ricavatene dei dischi sottili (l’altezza non dovrebbe superare i 5 mm) e sistemateli su un canovaccio pulito e spolverato con la semola.
  5. Lasciate riposare per altre tre ore.
  6. Trascorso il tempo, prendete i dischi e allargateli con il mattarello, facendoli il più larghi possibile.
  7. Inserite in forno a temperatura massima (se si ha la pietra refrattaria usare quella) e fate cuocere per 15 minuti o comunque fin quando non inizia a gonfiarsi.
  8. Estraete il pane dal forno e bucatelo, tagliatelo a metà ottenendone due sfoglie.
  9. Rimettete entrambe in forno per farle seccare internamente.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate la pizza di pane carasau! Questo pane si abbina ottimamente con salumi e formaggi e si rivela ottimo se accompagnato da sughi. Può fare inoltre da parte croccante per minestre o vellutate e rappresenta una buona variante per la lasagna, trasformandosi in un primo piatto davvero sfizioso.

Conservazione

Il pane carasau con ingredienti sani, può essere conservato anche per tre o quattro giorni in una busta da pane. Per questo pane sardo, la ricetta prevede infatti così pochi ingredienti da farne un prodotto sano e genuino.

Ricetta originale del pane carasau: storia e origine del piatto

Il pane carasau ha una storia molto antica e legata principalmente alla pastorizia. In Sardegna veniva infatti preparato da mogli e figlie per coloro che si occupavano dei pascoli. Realizzando il pane carasau con ricetta originale si ha infatti un pane in grado di mantenersi a lungo senza perdere la sua fragranza. Cosa molto utile per coloro che trascorrevano tutto il giorno fuori casa.

Ovviamente, ancora oggi, si tratta di un pane molto amato e che in Sardegna viene consumato ogni giorno.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 01-04-2022


Giuggiulena: il torrone siciliano ai semi di sesamo

Baciocca, una torta salata tipica della tradizione ligure