Pane in Piazza Duomo a Milano, a scopo benefico

La manifestazione Pane in Piazza sostiene le Missioni dei Frati Cappuccini

Pane in Piazza Duomo a Milano è l’evento a scopo benefico, che per sette giorni sforna in diretta specialità regionali di gran gusto.

Pane in Piazza si terrà a Milano dal 7 al 13 maggio 2018, in Piazza Duomo, per sostenere le Missioni dei Frati Cappuccini. Proprio così, il ricavato verrà devoluto alle Missioni estere;  in particolare in Etiopia. Qui verrà costruito un panificio per poter aiutare la popolazione sia dal punto di vista lavorativo che di sostentamento.

Dopo vent’anni torna così la manifestazione istituita dalla famiglia Marinoni, panificatori in Lombardia dal 1500, che vede arrivare all’ombra della Madonnina i migliori panificatori di tutta la penisola italiana.

L’evento Pane in Piazza

La manifestazione benefica prevede l’opera costante, ventiquattrore su ventiquattro, di oltre ottanta panificatori che gratuitamente offrono il loro lavoro per la produzione di sfiziose specialità regionali.

I prodotti e gli ingredienti usati sono frutto di donazioni da parte degli sponsor, oltre cento, nei settori della panificazione e della pasticceria.

Anche il volontariato milanese si è messo in gioco per l’occasione, per aiutare i panificatori e gestire il servizio d’ordine.

Durante i giorni della Milano Food City, quindi, i cittadini milanesi ed i turisti potranno assaggiare e gustare pane, pizza, focaccia e dolci appena sfornati, a partire dalle ore nove del mattino; fino alle dieci di sera. Le offerte partono da cinque euro a porzione.

Pane in Piazza
Pane in Piazza

L’obiettivo della manifestazione è quello di sensibilizzare tutti, attraverso la celebrazione del pane, sul tema della fame nel mondo.

A tal proposito, nel comunicato stampa Mons. Angelo Pagano, Vescovo di Harar, dichiara: “Il pane è vita, amicizia, lavoro, pace. Intendo costruire un grande panificio per creare lavoro, donare il pane agli orfanatrofi del Vicariato e sostenere le opere sociali della missione. Ringraziamo la famiglia Marinoni che ci ha messo a disposizione l’esperienza e la rete di amici e collaboratori che in nome della solidarietà hanno aderito con gioia e totale disponibilità al progetto’’.

ultimo aggiornamento: 30-04-2018