Ingredienti:
• 500 g di pomodori maturi
• 50 g di mandorle tostate
• 1 cucchiaio di capperi sotto sale
• 1 spicchio d'aglio
• 30 g di caciocavallo
• olio extra vergine d'oliva q.b.
• foglie di basilico q.b.
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 15 min
cottura: 00 min

Il pesto pantesco è un condimento ricco di profumi e dal sapore unico. Prepariamolo insieme!

Quando si parla di pesto pantesco si intende la ricetta siciliana che ha origine dall’isola di Pantelleria e che riguarda uno dei condimenti per la pasta più sfiziosi che ci siano.
Il sugo pantesco è infatti in grado di richiamare alla mente sia il mare che i tipici profumi della Sicilia.

E tutto con una ricetta originale e davvero semplice da realizzare.
Scopriamo, quindi, come preparare questo prodotto della cucina tipica siciliana!

pesto pantesco
pesto pantesco

10 ricette detox per tornare in forma

Preparazione della ricetta del pesto pantesco

  1. Iniziate la preparazione del pesto alla pantesca mettendo a bagno i capperi in acqua fredda e lasciandoli in ammollo per almeno 10 minuti.
  2. Intanto lavate e asciugate pomodori.
  3. Portate a bollore una pentola piena d’acqua salata e versate al suo interno i pomodori lasciandoli cuocere per un paio di minuti in modo da farli ammorbidire quanto basta per lavorarli al meglio.
  4. Trascorso il tempo scolateli, pelateli e tagliateli per eliminarne i semini e gran parte del succo che potrete tenere da parte per riutilizzarlo in altro modo.
  5. Ora prendete lo spicchio d’aglio, sbucciatelo e tagliatelo a metà.
  6. Sistemate i pomodori nel frullatore e aggiungete l’aglio, i capperi sgocciolati, le mandorle, il caciovacallo tagliato a dadini e le foglie di basilico.
  7. Date una frullata iniziale e poi aggiungete anche l’olio riprendendo a frullare. Nel farlo cercate di fermarvi ogni 15 secondi per almeno 5. In questo modo eviterete di scaldare troppo gli ingredienti ed in particolare olio e basilico. Ciò renderà il sapore del pesto molto più intenso.
  8. Quando otterrete una crema grossolana ma consistente significa che il pesto pantesco e la ricetta sono finalmente pronti.
  9. Insaporite (qualora servisse) con acqua e sale e servite la salsa pantesca per condire un bel piatto di pasta o per l’uso che più vi aggrada.

Conservazione

Il pesto pantesco si mantiene bene per 1 o 2 giorni purché sia riposto dentro un contenitore ermetico o un barattolo di vetro e venga conservato in frigorifero. Prima di usarlo è consigliabile estrarlo dal frigo almeno 5 minuti prima.

Se questa ricetta vi è piaciuta, provate anche quella del pesto alla genovese.

5/5 (1 Review)

Riproduzione riservata © 2024 - PC

ultimo aggiornamento: 11-08-2023


Come fare la piadina romagnola fatta in casa

Sfiziosi anelli di cipolla senza glutine