Chi non conosce il pane tipico austriaco e tedesco dalla forma ad anello incrociato? Con antiche origini italiane, ecco cosa sono e come si fanno i Pretzel, o Bretzel.

Il Bretzel, o Pretzel, è un prodotto di street food molto celebre. Diffuso e amato in tutto il mondo, nel corso del tempo ne sono nate tante versioni e ricette. Dalla variante dolce a quella salata, di base è un pane molto particolare, la cui forma sembra essere quella di un anello annodato. L’origine etimologica del nome, infatti, deriva dal termine latino “Brachius“, in riferimento al fatto che sembra avere la forma di un abbraccio. Secondo altre versioni, invece, il suo nome si tradurrebbe come “tempo di riposo“, ovvero quello che si passa solitamente stando a braccia conserte. In qualsiasi modo vogliate chiamarlo, indaghiamo le origini di questo prodotto tipico.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Pretzel
Pretzel

Come sono nati i Pretzel?

Riguardo la loro invenzione ci sono varie storie e leggende. La più antica che, però, sembra non riuscire a mettere tutti d’accordo comincia proprio dall’Italia. Secondo alcune versioni, si tratterebbe di un pane alto atesino. Intorno al 610, nacque in un monastero italiano, in cui si realizzava partendo da resti di pane, modellati a strisce. La sua forma doveva ricordare quella di un monaco con le braccia incrociate, a mo’ di preghiera, mentre i tre buchi rappresentavano la Santissima Trinità.

Questi monaci li usavano come ricompensa ai fanciulli, che imparavano a memoria le preghiere della Bibbia, e per questo motivo furono chiamati “Pretiola“. Successivamente, la ricetta attraversò le Alpi, giungendo in Germania. Qui divenne il pane tedesco Bretzel, diffuso principalmente in Baviera.

La ricetta originale del pane Brezel

Anche se non ci sono notizie certe su chi ha inventato i Pretzel, il metodo di lavorazione originario è ben noto. Questo prodotto tipico viene realizzato con un impasto che comprende farina di grano tenero, acqua, malto, bicarbonato di sodio e lievito di birra.

In Germania, è consuetudine realizzarlo attraverso il metodo di panificazione detto Laugengebäck. Prima della cottura, viene immerso in una soluzione bollente di acqua e soda caustica, che perde la sua causticità durante la cottura, ma dona al prodotto il particolare aspetto lucido. Questo metodo, però, è riservato alla produzione industriale; se volete prepararlo in casa, potete sostituire la soda con il bicarbonato di sodio.

Dal 1450 – circa -, è diventato il tipico cibo pasquale tedesco. Tradizionalmente, è il cibo simbolo dell’Oktoberfest, a Monaco di Baviera. Cosa si mangia con i Bretzel? Viene accompagnato dai famosi WeiBwurst, ovvero i wurstel bianchi di vitello, conditi con senape. Come ben sapete, l’accoppiata vincente viene creata insieme a un gran boccale di birra.

Ricette facili e veloci con questo prodotto tipico

La ricetta dei Pretzel è molto semplice da fare in casa. Di questi esistono tante versioni, molto famosa è anche quella del pane austriaco Brezel. Potete renderli salati, decorandoli con sale grosso o semi di sesamo e farcendoli con formaggio spalmabile. Per i più golosi, esistono le varianti che prevedono copertura di cioccolato o di caramello.

Per una merenda eccezionale, potete usare il loro impasto per delle ricette sfiziose. Un’idea originale sono i bocconcini di Pretzel, pratici e amati anche dai più piccoli. Un’altra proposta imperdibile sono i Laugenbrot, dei panini tondi e creati con questo tipico impasto, da riempire con wurstel o nel modo in cui più preferite.

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 10-02-2022


Come sostiuire gli alcolici nelle torte: tutte le alternative

I vari tipi di meringhe: italiana, francese, svizzera