Dispensa perfetta ai tempi del coronavirus: come conservare gli alimenti

Provviste perfette: la spesa ai tempi del coronavirus

Superare la quarantena è più semplice se avete le giuste provviste. Ecco come conservare gli alimenti tra frigorifero, freezer e dispensa e cosa acquistare.

La spesa degli italiani negli ultimi tempi è cambiata drasticamente e lo conferma Coldiretti. Già le prime avvisaglie dell’arrivo del coronavirus avevano riempito le dispense di farina, pasta, pelati e legumi e ora la situazione non accenna a migliorare. Organizzare la spesa in modo da avere le provviste perfette è di fondamentale importanza non solo per ridurre il tempo trascorso al supermercato, ma anche per andarci il meno possibile.

Chiaramente, più il nucleo famigliare è grande più la spesa sarà consistente ma in linea di massima ci sono alcuni consigli che possiamo darvi per organizzare la dispensa e non solo. Le provviste perfette infatti possono essere distribuite anche tra freezer, e capiremo come e quali alimenti congelare, frigorifero, scegliendo cibi nutrienti e a lunga conservazione, e scaffali della dispensa.

Supermercato
Fonte foto: https://pixabay.com/photos/shopping-business-retail-1165437/

Cosa comprare al supermercato durante il Coronavirus

La spesa è diventata l’unico momento in cui, seppur con molte limitazioni, è possibile uscire di casa. Spesso però le nuove norme impongono comportamenti che la rendono più complicata di quanto sia normalmente: organizzarsi è fondamentale per avere poi a disposizione tutto quanto servirà a voi e alla vostra famiglia.

Primo e più importante acquisto è l’acqua che comunque si mantiene a lungo ed è comoda da trasportare. Si consiglia di acquistarne almeno 9 litri a persona. Seguono poi pasta, cereali e legumi. Ottimi anche lattine e prodotti confezionati nei vasetti di vetro. Vediamo nel dettaglio tutto ciò di puoi potreste aver bisogno e come conservarlo!

Cosa conservare in dispensa?

In dispensa possono essere risposti tutti gli ingredienti non deperibili.

– Le scorte dovrebbero comprendere olio e aceto, sale e zucchero, pomodori in scatola nelle forme che siete soliti utilizzare (pelati, polpa, salsa).

– Ottimi anche i legumi in lattina che non solo hanno una lunga conservazione, ma sono anche un’ottima fonte di proteine vegetali.

– Meno pratici ma comunque ottimi per le vostre provviste, i legumi e i cerali secchi: hanno tempi di cottura piuttosto lunghi ma sono molto nutrienti.

– Come non citare poi la pasta, meglio se integrale, così da aumentare l’apporto di fibre. Immancabili poi i sughi pronti per la pasta: dal pesto al sugo all’arrabbiata, se ne trovano di tutti i tipi.

– I vasetti in vetro con sott’oli e sottaceti sono altri prodotti a lunga conservazione, facili da riporre e perfetti per organizzare la vostra dispensa di emergenza.

– In dispensa andrà riposta anche la farina, ingrediente principale di moltissime ricette. Andrebbe scelta integrale per via del maggior apporto nutrizionale, tuttavia la farina 00 è quella più comoda e versatile, perfetta per dolci, pane e pizza. Mi raccomando però: non dimenticate il lievito.

– I dispensa andranno riposti anche i cibi-coccola: marmellate, creme spalmabili, biscotti, patatine e succhi di frutta. Difficile stare attenti alla linea in questo periodo!

Cosa mettere in freezer (e come congelare)

Il freezer è il posto dove tutti gli alimenti deperibili possono prolungare la loro esistenza. Non potranno quindi mancare le verdure, crude o cotte, ma anche carne e pesce.

Per quanto riguarda le verdure congelate potete scegliere se acquistarle fresche, cuocerle e riporle già porzionate in frigorifero, oppure se acquistarle già surgelate. Noi vi consigliamo quest’ultima possibilità in quanto le verdure del supermercato, surgelate a livello industriale, hanno tempi di conservazione più lunga e sono in grado di mantenere più proprietà nutritive.

Sempre in freezer andrà riposta la vostra scorta di carne e pesce, meglio se già suddivisa in porzioni, così da scongiurare qualsiasi rischio di spreco.

Cosa conservare in frigorifero?

Uova in frigo
Uova in frigo

Organizzazione è la parola d’ordine e se anche il vostro frigorifero è colmo di alimenti ed è ora di metterci mano, ordinando il rigorifero per reparti.

– Nella parte più bassa ci vanno frutta e verdura, possibilmente nei cassetti. Prima di riporla però controllatela una a una in modo da rimuovere frutti marci o segnati che potrebbero compromettere tutto il resto. Scegliete frutta anche un po’ acerba, così che possa maturare a casa vostra e prolungare la durata delle vostre provviste.

Tra la frutta a lunga conservazione ci sono: arance, mandarini, limoni, banane (meglio se un po’ verdi), avocado (da acquistare solo se bello duro), mele. Per quanto riguarda la verdura invece: cavolfiori, zucca, finocchi, zucchine, peperoni, cipolle, aglio, carote e patate.

– Sempre in frigorifero metterete i formaggi, freschi e confezionati, ordinati in base alla data di scadenza: quelli che scadono prima teneteli davanti.

– Anche gli affettati e i salumi in busta, confezionati in atmosfera protettiva, sono ideali per essere conservati a lungo. Anche in questo caso, ordinarli in base alla data di scadenza è il modo migliore per riporli in frigorifero.

– Non possono poi mancare le uova, ingrediente chiave di molte ricette dolci e salate.

– Sempre in frigorifero potete tenere qualche rotolo di pasta sfoglia o pasta brisé per dar vita, magari con gli avanzi e con gli alimenti prossimi alla scadenza, a gustose torte salate.

– Ci sono anche alimenti come gnocchi e ravioli confezionati, pasta fresca e piatti pronti che vanno conservati in frigorifero e hanno scadenze variabili. Controllatele all’acquisto e nel caso consumatele per prime.

Insomma, la dispensa perfetta è tutta una questione di organizzazione e ciascuno avrà quella studiata per la propria famiglia!

ultimo aggiornamento: 17-03-2020