Marmellata di fichi d’india fatta in casa: deliziosa!

La marmellata di fichi d’india non è molto conosciuta, ma è davvero squisita. Ottima per realizzare crostate dolci, è perfetta anche abbinata a formaggi stagionati…

La marmellata di fichi d’india l’avete mai assaggiata? Non fatevi spaventare dall’aspetto del fico d’india: le spine fanno paura e anche i semi molto granulosi all’interno non scherzano. Ma il suo dolce sapore è davvero delizioso e questa ricetta è perfetta anche per chi è alle prime armi.

Vediamo la deliziosa ricetta della marmellata di fichi d’india siciliana!

Come pulire i fichi d’india?

Le spine del fico d’india sono davvero insidiose, però non allarmatevi: abbiamo la soluzione! Prima di iniziare a sbucciarli, immergeteli nell’acqua tiepida per circa 10 minuti. Il gioco è fatto: sbucciarli poi sarà molto più semplice, perché le spine saranno più deboli. Ricordatevi comunque di prendere le giuste precauzioni, come guanti per non ferirvi.

A questo punto, eliminate tutte le spine facendo una piccola incisione. Privateli delle due estremità e – con la punta di un coltello – incidete un lato per tutta la lunghezza del frutto. Infine, aiutandovi con la lama estraete la polpa.

Ingredienti per preparare la confettura di fichi d’india (per 6 vasetti)

  • 1 kg di polpa di fichi d’india
  • 500 g di zucchero
  • 1 bicchiere d’acqua
  • 1 limone

DIFFICOLTA’: 1 | TEMPO DI COTTURA: 60′ | TEMPO DI PREPARAZIONE: 10′

Marmellata di fichi d'india
Marmellata di fichi d’India

Preparazione della marmellata di fichi d’india

Prima di tutto, iniziate a disinfettare i vasetti facendoli bollire nell’acqua.

Tagliate la polpa dei fichi d’india già puliti in pezzetti molto piccoli e versatela in una pentola. Mettete la pentola sul fuoco, aggiungete l’acqua e portate il tutto a ebollizione, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Prestate attenzione a non far attaccare il tutto al fondo della pentola, altrimenti la confettura avrà un sapore amaro e sgradevole. Quando i fichi d’india saranno spappolati toglieteli dal fuoco e passateli con un setaccio per eliminare tutti i semi. Ci vorranno circa 20 minuti.

A questo punto, rimettete la polpa nella pentola e riaccendete il fuoco. Quando il composto bollirà, aggiungete lo zucchero e il succo del limone. Lasciate sobbollire il tutto per altri 40 minuti, a fuoco bassissimo, fino a quando il composto sarà bello denso.

Lasciatela raffreddare (e, se necessario, setacciate un’altra volta) poi, mettetela nei vasetti. Buon appetito!

Varianti, conservazione e abbinamenti

Se preferite, potete fare la marmellata di fichi d’india senza zucchero, con lo stesso procedimento ma con l’aggiunta di una mela matura. Lasciateli cuocere in pentola con una mela bella matura sbucciata e tagliata a cubetti. Ripetete tutti gli stessi passaggi, fino a quando non sarà sufficientemente densa.

Il gusto del fico d’india è molto dolce (non c’entra nulla con quello del classico fico): questa ricetta è perfetta sia se siete degli amanti della confettura abbinata ai formaggi, sia se la amate sul pane. Profumata e dolciastra, è perfetta così com’è, senza bisogno di aggiungere spezie o aromi.

Conservatela per 3 mesi circa in dispensa. Aspettate un paio di settimane prima di aprire i vasetti, che una volta aperti vanno tenuti in frigo per circa 3 giorni.

Se volete un’altra ricetta d’ispirazione siciliana con questo frutto, provate la mostarda di fichi d’india!

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 03-09-2018

Giulia Drigo

X