Ingredienti:
• 500 g di farina di mais
• 200 g di toma piemontese
• 200 g di Maccagno biellese
• 250 g di burro
• sale q.b.
• pepe q.b.
• olio extravergine di oliva q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 10 min
cottura: 60 min
kcal porzione: 634

La polenta concia è un piatto della tradizione italiana ricco e gustoso, facile da preparare e perfetto da gustare durante le stagioni più fredde.

Tra i più celebri piatti della tradizione italiana, la polenta concia è una ricetta preparata e diffusa in tutto il Nord Italia e in tantissime altre zone del Paese, sebbene pare che la ricetta originale della polenta concia sia contesa fra la Valle D’Aosta e il Piemonte. Questa preparazione consiste sostanzialmente nel servire la polenta più morbida e condita con burro fuso e formaggio: la differenza sostanziale con la polenta classica, però, sta nell’utilizzo di prodotti e ingredienti diversi, sopratutto per quanto riguarda il formaggio.

Oggi andiamo in Piemonte, e precisamente a Biella, e realizzeremo una polenta concia con toma e maccagno, due formaggi tipici della tradizione biellese. Questo piatto popolare montanaro è molto ricco e al tempo stesso facile da fare; solitamente viene consumato come primo piatto o addirittura come piatto unico. Provatelo in famiglia o con amici, vi sorprenderà!

Andiamo a vedere come fare la polenta concia!

Polenta concia
Polenta concia

10 ricette detox per tornare in forma

Preparazione della polenta con formaggio e burro fuso

  1. Per cominciare, fate scaldare circa 2 litri di acqua in una pentola capiente e salate non appena comincerà a bollire. A questo punto versate la farina di mais e cominciate a girare velocemente, aggiungendo anche un filo di olio extravergine che eviterà la formazione di grumi.
  2. Continuate a girare la vostra polenta, che dovrà cuocere all’incirca per 40 minuti. Nel frattempo, prendete i formaggi e tagliateli a pezzettini piccolissimi, così da averli già pronti per quando la polenta sarà cotta.
  3. In un piccolo pentolino, fate scaldare il burro. Una volta che sarà imbrunito, spegnete la fiamma.
  4. Portate a cottura la polenta, facendo attenzione che non diventi troppo dura: la polenta concia è un piatto che va gustato al cucchiaio!
  5. Non appena la polenta sarà pronta, inserite i pezzetti di formaggio e girate per farli fondere bene.
  6. Servite la vostra polenta con due cucchiai di burro fuso per porzione e un pizzico di pepe nero macinato. Buon appetito!

Ed ecco la videoricetta da provare:

E se volete scoprire altre ricette con la polenta, allora dovete assolutamente provare la nostra crostata salata di polenta. Davvero deliziosa!

Differenze tra la polenta concia valdostana, quella piemontese e non solo

Porzione di polenta concia
Porzione di polenta concia

Noi, come avrete capito, abbiamo preparato la ricetta originale della polenta concia con gli ingredienti tipici del Piemonte. Infatti quello che divide profondamente le due versioni del piatto goloso e ricco sono essenzialmente i prodotti utilizzati. La polenta con la Fontina è tipica della Valle d’Aosta, il formaggio viene fuso nella stessa maniera della versione piemontese. E la ricetta non si limita a trovarsi nelle case di Valle d’Aosta e Piemonte, ogni regione del Nord ha la sua versione, che si scosta dalle altre essenzialmente per il formaggio scelto: in Friuli usano il formaggio Asiago, in Veneto il Montasio e così via per le altre zone. Si tratta infatti di uno dei più veri, tradizionali e radicati piatti poveri, dei contadini che dovevano arricchire in qualche modo la polenta e per farlo usavano gli scarti e le rimanenze del formaggio che riuscivano a preservare e recuperare.

Inoltre anche il tipo di polenta può cambiare non solo da regione a regione, tanto infatti dipende dal gusto. Questa modifica viene attuata in tutte le versioni della ricetta golosa: oltre alla polenta gialla è molto famosa, soprattutto in Piemonte, la polenta concia con la polenta taragna (che viene mischiata anche alla farina di grano saraceno) oppure con la polenta bramata. Nelle trattorie tipiche ognuno ha la sua ricetta che può implicare anche l’utilizzo di più farine per prendere il piatto ancora più gustoso.

Conservazione

La polenta concia si deve consumare al momento, quando è bella calda e con il burro fuso e avvolgente. Potete conservarla in frigo per circa 2 giorni, poi potete utilizzarla in questo modo: tagliatela a fette e passatela in forno o in padella per un ricco antipasto. Sconsigliamo la congelazione in freezer.

LEGGI ANCHE: Come fare la polenta tradizionale: un piatto favoloso!

4.4/5 (7 Reviews)

Riproduzione riservata © 2024 - PC

ultimo aggiornamento: 28-10-2023


Purè di Joël Robuchon

Castagne in friggitrice ad aria