I tartufini all’albicocca sono dei golosi bocconcini dolci preparati con pochissimi ingredienti e perfetti per chi vuole coccolarsi con un dolcetto particolare!

Morbidi, golosissimi e particolari. I tartufini all’albicocca sono dei bocconcini dolci realizzati con pochi ingredienti, non richiedono nessun passaggio di cottura e questi li rende perfetti per chi è alla ricerca di un dolcetto estivo da preparare anche all’ultimo minuto.

Rispetto ai ben più noti tartufini con biscotti secchi, ai tartufi al caffè o a quelli preparati con esubero di pan di Spagna, pandoro, panettone o colomba pasquale, i tartufini con albicocche secche sono arricchiti anche dalla pasta di marzapane che rende l’impasto compatto, ma allo stesso molto goloso. Il tutto è poi completato da semi di sesamo neri.

Ingredienti per la ricetta dei tartufini all’albicocca (per 4 persone)

  • 100 g di albicocche disidratate
  • 200 g di pasta di marzapane
  • 100 g di zucchero a velo
  • 1 cucchiaino di scorza di limone
  • 2 cl di brandy
  • semi di sesamo neri

DIFFICOLTA’: 1 | TEMPO DI COTTURA: 0′ | TEMPO DI PREPARAZIONE: 20′ + il tempo di rassodamento

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Tartufini all'albicocca
FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/303711568606937377/

Preparazione dei tartufi all’albicocca

Per prima cosa dividete sia le albicocche sia il marzapane a pezzetti piccoli, metteteli in una ciotola e iniziate ad impastare con il brandy. Per facilitarvi in questa operazione potete tranquillamente tritare il tutto con il mixer. Aggiungete poi la scorza del limone e lo zucchero a velo. Lavorate per alcuni minuti in modo da amalgamare il tutto poi formate delle palline.

Ponetele su di un piatto e lasciatele rassodare per un paio d’ore in frigorifero o per 20 minuti in congelatore. Prima di servire passate i tartufini nei semi di sesamo neri. Adagiate i tartufini in pratici pirottini di carta e servite.

Consigli per la conservazione: i tartufini preparati seguendo questa ricetta possono essere conservati in frigorifero all’interno di un contenitore ermetico per 2-3 giorni.

In alternativa potete provare i tartufini con nocciole e uvetta.

FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/303711568606937377/

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 26-06-2018


Insalata di riso venere freddo con gamberetti e pomodorini

Spezzatino di tofu e verdure