Il mito di Raffaella Carrà continua a vivere nei nostri cuori e nelle nostre cucine: quali erano le sue ricette preferite? Cosa mangiava?

Nella ricca carriera di Raffaella Carrà c’è anche la voce “autore”: negli anni ’90 infatti ha scritto un libro di cucina, Le ricette di Raffaella. Per questo vogliamo scoprire insieme a voi quali sono stati i suoi piatti preferiti, curiosare un po’ nel suo ricettario e provare a rifare alcuni dei suoi piatti per celebrarla.
Primi piatti, spuntini, pizze, carni, pesci e uova sono i capitoli del libro, che include anche diverse riflessioni. Come ad esempio il motivo che l’ha spinta a scriverlo: sempre più persone la trovavano in forma, agile e scattante e si domandavano quale fosse il suo segreto. Allora, quale modo migliore se non mettere tutto nero su bianco?

Cosa mangiava Raffaella Carrà?

La cantante, come racconta nell’introduzione, ha messo a punto il tutto con l’aiuto delle sue due cuoche, Miriam e Luigina. Inoltre, secondo le recensioni, le ricette sono davvero semplici, spiegate in modo chiaro e immediato e il risultato è un libro divertente, piacevole e… iconico.

Il segreto della sua dieta – e molti nutrizionisti sarebbero d’accordo con lei – sta nella libertà di scelta e nelle quantità abbondanti. “Un esempio di pranzo del mezzogiorno? Un piatto di crudità, uno di insalata mista condita con olio, sale e aceto, due grossi piatti di pastasciutta con due salse diverse, verdure cotte e pane integrale, preferibilmente a volontà“, scrive.

9 ricette autunnali per la tua tavola

Raffaella Carrà
Raffaella Carrà

Le ricette di Raffaella

Dalle immagini del libro su Amazon possiamo vedere un paio di ricette, tratte dal capitolo sulle carni: gli spiedini di carne alla griglia e il bollito capriccioso. Di seguito, invece, ecco il dettaglio di alcune delle nostre ricette preferite, estrapolate dal blog Una vita per la panza: il risotto del Belgio, il polpettone della sposina e gli strozzapreti alla Carrà.

Risotto del Belgio

Per 4 persone serviranno: 400 g di riso per risotti, 250 g di indivia, 250 g di radicchio rosso, 1 cipollotto, olio extra vergine d’oliva, sale e pepe. Di seguito, ecco le istruzioni dal libro:

  1. Pulite, lavate e tagliate a fettine sottili l’indivia e il radicchio rosso.
  2. Versate un bel goccio d’olio in una pirofila da forno e unitevi il cipollotto mondato e tritato finemente.
  3. Quando questa è dorata, aggiungetevi l’indivia e il radicchio rosso, un goccio d’acqua calda, sale, pepe e quindi lasciate cuocere a fuoco moderato per 5 minuti.
  4. Versate il riso e fatelo insaporire un poco.
  5. Aggiungete 8 bicchieri circa di acqua calda, salate e infornate avendo in precedenza scaldato il forno a 180°C per circa 16 minuti.
  6. Servite il risotto nella stessa pirofila.

Polpettone della sposina

Ingredienti per 4 persone: 600 g di carne di manzo tritata, 200 g di mozzarella, 2 uova, 2 uova sode, 50 g di Parmigiano reggiano grattugiato, 1 ciuffo di prezzemolo, olio extra vergine d’oliva, sale e pepe nero. Vediamo l’estratto con la preparazione:

  1. Mettete in una terrina la carne tritata e aggiungete sale, pepe nero, 2 uova crude, il prezzemolo tritato e il parmigiano grattugiato.
  2. Amalgamate il tutto e stendete, sulla superficie di un piatto piano, il composto.
  3. Mettete al centro del composto la mozzarella tagliata a fette e due uova bollite e sgusciate precedentemente.
  4. Arrotolate il composto e mettetelo in una pirofila da forno leggermente unta d’olio.
  5. Cuocete in forno per 30 minuti a 200°C. Servite caldo.

Strozzapreti alla Carrà

Per questo primo piatto per 4 persone, occorrono: 360 g di strozzapreti, 1 kg di pomodori freschi rossi San Marzano sbollentati in modo da eliminare la pelle, 1 peperone, 2 melanzane, 1 spicchio d’aglio, olio extra vergine d’oliva, sale e, a piacere, un ciuffetto di basilico.

Anche in questo caso, ecco le istruzioni per realizzare gli strozzapreti di Raffaella Carrà:

  1. Pulite tagliate a dadini le melanzane. Mettetele in un colapasta, salatele un po’ e pigiatele con un coperchio. Lasciate così per 30 minuti.
  2. Arrostite il peperone sul fuoco o sulla piastra e spellatelo
  3. Tolta la pelle e i semi, tagliatelo a striscioline.
  4. Versate un goccio d’olio e lo spicchio d’aglio pulito in una padella. Appena l’aglio sarà dorato, mettete i dadini di melanzane e fate cuocere a fuoco vivo per cinque minuti.
  5. Aggiungete i pomodori spellati e tagliati a pezzetti. Mescolate per due minuti poi aggiungete le striscioline di peperone e le foglie di basilico pulite. Salate e lasciate cuocere a fuoco moderato per 15 minuti.
  6. Intanto, versate gli strozzapreti in una pentola di acqua bollente salata, e non appena affioreranno in superficie, sono pronti per essere scolati.
  7. Uniteli quindi alla salsa in una zuppiera e servite subito.
0/5 (0 Reviews)

ultimo aggiornamento: 05-07-2021


Ganache al cioccolato bianco: una crema dai mille usi

Come fare i peperoncini ripieni sott’olio: la ricetta della conserva deliziosa