Ingredienti:
• 300 g di riso
• 100 g di burro
• 4 foglie di salvia
• 1 spicchio di aglio
• 200 g di Grana grattugiato
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 10 min
cottura: 20 min

Il riso in cagnone non è un risotto e nemmeno un semplice riso in bianco. Scopriamo insieme come prepararlo e quali sono le sue origini.

Il riso in cagnone è un primo piatto tipico di Lombardia e Piemonte, ossia di quelle zone comprese all’interno del triangolo del riso. È una ricetta semplice e ricca allo stesso tempo, la cui origine è molto antica e si fa risalire a quando il riso, insieme agli altri ingredienti della ricetta, cioè burro e aglio, erano tra i pochi a essere a disposizione dei contadini.

Il nome deriva dal dialetto locale e non ha niente a che vedere con in cani. Cagnun infatti significava larva d’insetto ed è dovuto dalla particolare forma che il riso tende ad assumere una volta cotto. Sebbene l’origine poco prosaica del termine, il piatto in realtà è davvero delizioso. Ecco come prepararlo!

Riso in cagnone
Riso in cagnone

Come preparare la ricetta del riso in cagnone

  1. Innanzitutto mettete a lessare il riso in abbondante acqua leggermente salata. Scegliete se possibile un Carnaroli, un Sant’Andrea o un Arborio, più adatti a questo tipo di ricetta per via della loro tenuta in cottura.
  2. Nel frattempo, sciogliete in un padellino il burro insieme alle due foglie di salvia ben lavate e asciugate e allo spicchio di aglio privato della buccia.
  3. Quando il riso sarà pronto, scolatelo bene e trasferitelo nella padella insieme al burro, saltandolo a fuoco vivace affinché si insaporisca.
  4. Distribuite nei piatti, avendo cura di rimuovere l’aglio e completate con il formaggio grattugiato in abbondanza.

Riso in cagnone biellese: una variante

Anche in questo caso si tratta di riso lessato e condito, questa volta però a rendere il piatto più ricco e saporito troviamo due formaggi tipici della zona: la toma e il maccagno.

  1. Una volta lessato il riso si procede a saltarlo in padella insieme al burro aromatizzato all’aglio e alla salvia.
  2. Quindi, si aggiungono i formaggi citati tagliati a tocchetti piuttosto piccoli.
  3. Si mescola bene, in modo da farli sciogliere e si distribuisce nei piatti.

Provate anche la ricetta del risotto alla milanese!

0/5 (0 Reviews)

Scopri quello che c'è da sapere sul dimagrimento... potresti rimanere sorpresa.


Il secondo perfetto per il menù di Natale? La faraona alla birra con patate

Come fare il croccante di mandorle di Natale: un regalo… dolcissimo!