Riso in cagnone: la ricetta originale (e la variante biellese)

Scopriamo un piatto tipico del Nord Italia: il riso in cagnone

Ingredienti:
• 300 g di riso
• 100 g di burro
• 4 foglie di salvia
• 1 spicchio di aglio
• 200 g di Grana grattugiato
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 10 min
cottura: 20 min

Il riso in cagnone non è un risotto e nemmeno un semplice riso in bianco. Scopriamo insieme come prepararlo e quali sono le sue origini.

Il riso in cagnone è un primo piatto tipico di Lombardia e Piemonte, ossia di quelle zone comprese all’interno del triangolo del riso. È una ricetta semplice e ricca allo stesso tempo, la cui origine è molto antica e si fa risalire a quando il riso, insieme agli altri ingredienti della ricetta, cioè burro e aglio, erano tra i pochi a essere a disposizione dei contadini.

Il nome deriva dal dialetto locale e non ha niente a che vedere con in cani. Cagnun infatti significava larva d’insetto ed è dovuto dalla particolare forma che il riso tende ad assumere una volta cotto. Sebbene l’origine poco prosaica del termine, il piatto in realtà è davvero delizioso. Ecco come prepararlo!

Riso in cagnone
Riso in cagnone

Come preparare la ricetta del riso in cagnone

  1. Innanzitutto mettete a lessare il riso in abbondante acqua leggermente salata. Scegliete se possibile un Carnaroli, un Sant’Andrea o un Arborio, più adatti a questo tipo di ricetta per via della loro tenuta in cottura.
  2. Nel frattempo, sciogliete in un padellino il burro insieme alle due foglie di salvia ben lavate e asciugate e allo spicchio di aglio privato della buccia.
  3. Quando il riso sarà pronto, scolatelo bene e trasferitelo nella padella insieme al burro, saltandolo a fuoco vivace affinché si insaporisca.
  4. Distribuite nei piatti, avendo cura di rimuovere l’aglio e completate con il formaggio grattugiato in abbondanza.

Riso in cagnone biellese: una variante

Anche in questo caso si tratta di riso lessato e condito, questa volta però a rendere il piatto più ricco e saporito troviamo due formaggi tipici della zona: la toma e il maccagno.

  1. Una volta lessato il riso si procede a saltarlo in padella insieme al burro aromatizzato all’aglio e alla salvia.
  2. Quindi, si aggiungono i formaggi citati tagliati a tocchetti piuttosto piccoli.
  3. Si mescola bene, in modo da farli sciogliere e si distribuisce nei piatti.

Provate anche la ricetta del risotto alla milanese!

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 11-12-2019

X