Ingredienti:
• 300 g di farina di semola di grano duro
• 150 ml di acqua
• sale q.b.
• olio d'oliva q.b.
• 1 spicchio di aglio
• 400 g di pomodorini
• 1 peperone rosso
• basilico q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 20 min
cottura: 40 min
kcal porzione: 460

Quello delle sagne chietine è uno dei primi piatti sfiziosi più amati della tradizione gastronomica dell’Abruzzo. Ecco come realizzarle.

La ricetta originale delle sagne chietine è una delle più tradizionali di questa regione italiana. Originarie dell’Abruzzo e, in particolare, della provincia di Chieti, consistono in una pasta fresca molto facile da fare, con pochi e tipici ingredienti. All’impasto di questo prodotto tipico, però, potete aggiungere dell’olio d’oliva, per renderlo ancora più saporito. Una volta pronte, potete condirle con un sugo casalingo o un buon brodo.

Trasferiamoci in cucina e cominciamo!

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Sagne chietine
Sagne chietine

Preparazione della ricetta per le sagne chietine

  1. In una ciotola o su un piano da lavoro, versate a fontana la farina (dopo averla setacciata).
  2. Scavate una fossetta al centro e riempitela con un po’ d’acqua e un pizzico di sale. Se volete, potete aggiungere anche un cucchiaio colmo di olio d’oliva.
  3. Lavorate prima con una forchetta e, poi, impastando con le mani, aggiungendo l’acqua un po’ per volta.
  4. Una volta ottenuto un panetto sodo e omogeneo, avvolgetelo nella pellicola trasparente. Lasciatelo riposare in un ambiente fresco.
  5. Nel frattempo, potete preparare il sugo. Lavate e pulite il peperone rosso, poi tagliatelo a listarelle.
  6. In una padella, versate un filo d’olio e mettete uno spicchio d’aglio. Fatelo imbiondire sul fornello.
  7. Appena fatto, togliete l’aglio e aggiungete i pomodorini, i pezzi di peperone e un pizzico di sale. Lasciate cuocere per circa 30 minuti, la salsa non deve essere troppo densa.
  8. Prendete l’impasto e stendetelo con un mattarello, su un piano da lavoro infarinato. Ottenete una sfoglia non troppo sottile (circa 2-3 cm di spessore). Ritagliatela in strisce dell’altezza di 3-4 cm, poi formando dei rettangoli larghi circa 5-6 cm.
  9. Una volta pronte le sagne abruzzesi, riempite con acqua una pentola. Salatela e mettetela sul fornello.
  10. Quando il liquido bolle, immergete all’interno la pasta fresca. Aggiungete anche un filo d’olio, per evitare che si attacchino tra loro.
  11. Quando la pasta risale a galla, è pronta e potete scolare.
  12. Distribuite nei piatti, insieme al sugo caldo e qualche foglia di basilico (a piacere potete aggiungere anche del formaggio grattugiato).

Le sagne chietine sono buone accompagnatele con il sugo o con il brodo, per renderle adatte a qualsiasi tipo di pranzo.

Conservazione

Una volta cotte, vanno consumate subito. Potete conservarle crude in freezer: mettetele su un vassoio rivestito con carta forno per 2 ore, una volta congelate potete trasferirle in un sacchetto ermetico.

Per un pranzo tutto abruzzese, ecco anche un secondo piatto tradizionale: l’agnello cacio e ova.

0/5 (0 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 06-04-2022


Come preparare la pastiera salata: il piatto tipico napoletano

La pizza ripiena di Lanciano è buona e genuina!