Uova sicure e sane: come sceglierle e come cucinarle per prevenire la salmonella. Ecco tutti i consigli per non avere preoccupazioni in cucina.

In Spagna negli ultimi giorni sta circolando la salmonella, un batterio che causa la salmonelosi, un’infezione alimentare che può causare sintomi come febbre, mal di testa, nausea, vomito, diarrea e dolori addominali. Alcune centinaia di persone sono state infettate dopo aver acquistato e mangiato delle tortillas. Sono tante le fonti alimentari che possono causare questi problemi, le più pericolose sono le uova. Ecco alcuni consigli su come scegliere e cucinare le uova per evitare il rischio di salmonella.

Uova e salmonella
Uova e salmonella

10 ricette detox per tornare in forma

Come scegliere e conservare le uova per evitare la salmonella

Acquisto: Per garantire l’acquisto di uova fresche e intere, è consigliabile acquistarle da fonti convenzionali, certificate e controllate.

Eliminazione: Eliminate le uova che sono rotte o danneggiate, poiché i batteri presenti sul guscio potrebbero entrare in contatto con il tuorlo e l’albume e comprometterne la qualità.

Pulizia: Se i gusci delle uova sono evidentemente sporchi, puliteli con un panno umido e lavate bene le mani prima e dopo quest’operazione.

Conservazione: Le uova devono essere conservate in frigorifero per prevenire la proliferazione di batteri. La temperatura ottimale varia tra i 4 e i 5 gradi centigradi ed è consigliabile conservarle nel ripiano più basso del frigorifero. Le uova devono essere conservate nella loro confezione originale o in appositi contenitori per evitare che i gusci si rompano o che le uova entrano in contatto con altri alimenti.

Come cucinare le uova

Le uova non cotte o parzialmente cotte rappresentano un rischio maggiore, poiché la cottura uccide la Salmonella e rende le uova sicure da consumare. Tuttavia, è importante evitare la contaminazione incrociata, che può verificarsi quando le uova crude entrano in contatto con altri alimenti, superfici o utensili da cucina contaminati dalla Salmonella.

Per eliminare il rischio di salmonella, le uova devono essere cotte a una temperatura sufficientemente alta da uccidere il batterio. Ecco alcune linee guida per cucinare le uova in modo sicuro:

  1. Uova sode: Le uova sode devono essere cotte fino a quando il tuorlo è solido e il bianco è opaco. Questo può essere ottenuto immergendo le uova in acqua bollente per circa 8-12 minuti.
  2. Uova strapazzate: Le uova strapazzate devono essere cotte fino a quando il tuorlo e il bianco sono solidi e ben mischiati. Questo può essere ottenuto riscaldando le uova in una padella con un po’ di burro o olio fino a quando non sono cotte completamente.
  3. Uova fritte: Le uova fritte devono essere cotte fino a quando il tuorlo è solido e il bianco è opaco. Questo può essere ottenuto friggendo le uova in una padella con un po’ di burro o olio fino a quando non sono cotte completamente.
  4. Uova alla coque: Le uova alla coque devono essere cotte fino a quando il tuorlo è parzialmente solido e il bianco è appena denso. Questo può essere ottenuto immergendo le uova in acqua bollente per circa 3-5 minuti.

In generale, è importante evitare di consumare uova crude o parzialmente cotte, poiché queste possono contenere la salmonella e rappresentare un rischio per la salute.

Riproduzione riservata © 2024 - PC

ultimo aggiornamento: 13-02-2023


Per un San Valentino da favola, ecco i ristoranti più romantici d’Italia

Presentazione perfetta per una cena formale