Calamari affogati al vino bianco cotti nel coccio

Calamari affogati al vino bianco cotti nel coccio

Calamari affogati al vino bianco cotti nel coccio

Cuocere i calamari affogati nel coccio vi darà una marcia in più, provare per credere.

chiudi


La cottura nel coccio è di origine molto antica e, sebbene il suo utilizzo ideale sia per le lunghe cotture, è perfetta anche per molti tipi di pesce e molluschi come i nostri calamari affogati. I profumi e gli aromi restano più intensi, il lento scambio del calore tra la padella e il cibo fa sì che questo non bruci e non si attacchi alle pareti. Richiede quindi anche una quantità inferiore di grassi, il che rende i cibi più digeribili e non può che giovare alla nostra salute. Quando cuocete i molluschi fate molta attenzione a non andare troppo in là con i tempi di cottura o rischierete di ritrovarvi con un piatto gommoso e immangiabile.

DIFFICOLTÀ: 3

COTTURA: 15′

TEMPO DI PREPARAZIONE: 10′

INGREDIENTI PER I CALAMARI AFFOGATI per 4 persone

  • 800 g di calamari
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • 25 g di olio extra vergine
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • origano, pepe e sale q.b.

PREPARAZIONE DEI CALAMARI AFFOGATI

Lavate con cura i calamari già puliti sotto il getto dell’acqua. In un tegame possibilmente di coccio mettete l’olio, lo spicchio d’aglio, i calamari, salate leggermente, coprite e fate cuocere per 2 minuti alla massima intensità.

Scoprite e spruzzate il vino bianco, fatelo evaporare per 3 minuti, mescolando di tanto in tanto. Abbassate la fiamma, unite il trito di prezzemolo e l’origano, correggete di sale e pepe, eliminate lo spicchio d’aglio e terminate la cottura per 10/15 minuti, a seconda delle dimensioni dei calamari, a recipiente coperto.

Lasciate riposare per un paio di minuti, quindi servite con delle patate lessate e tagliate a fette.

Se vi piace il pesce, seguite i consigli su come cuocerlo della sezione Come fare: “Come cuocere pesce“.