Quando si parla di pesticidi non si è mai troppo prudenti: ecco come lavarli via definitivamente da frutta e verdura

La frutta e la verdura sono molto spesso trattate con pesticidi, molto pericolosi per l’organismo, per questo è molto importante lavare a fondo gli ortaggi e i frutti per far si che non ci sia più ombra di sostanze chimiche.

Leggi anche: Crudismo e salute: un mito da sfatare, almeno in parte

Ma quale è il giusto metodo per eliminare i pesticidi da frutta e verdura? Ecco 5 mosse fondamentali:

  1. Immergere in un contenitore pieno d’acqua la frutta e la verdura e sfregarli bene con le mani, poi, versare via l’acqua.
  2. Un passaggio fondamentale è quello di utilizzare un colino/scolapasta e lasciare gli ortaggi sotto l’acqua corrente. Questo continuo flusso di acqua permetterà di eliminare la maggior parte di residui pesticidi rimasti.
  3. E’ bene utilizzare una spazzolina per pulire a fondo, oppure togliere la buccia e gli strati superficiali di frutta e verdura.
  4. Esistono diversi tipi di detergenti, da usare con cura e cautela, proprio solo in casi estremi. Alcuni studi hanno dimostrato che 60 secondi sotto l’acqua corrente hanno la stessa efficacia e c’è il minor rischio di aver residui di detergenti sul cibo.
  5. In ultimo bisogna porre particolare attenzione agli alimenti che in genere rimangono più “sporchi da insetticidi” come fragole, pesche e mele.

Per avere maggiore tranquillità, si consiglia di preferire frutta e verdura coltivate biologicamente. Inoltre bisogna ricordare che se l’insetticida è passato tramite le radici, non c’è lavaggio che tenga, quindi è bene essere sempre informati sulla provenienza di frutta e verdura acquistati e sui trattamenti che eventualmente utilizza il produttore.

 


In Germania è vietato fare foto ai piatti nei ristoranti

Il rientro dalle vacanze rende tristi? Ecco i cibi che favoriscono il buon umore