Ingredienti:
• 20 ml di liquore al caffè
• 20 ml di Grand Marnier
• 20 ml di Baileys
difficoltà: facile
persone: 1
preparazione: 10 min
cottura: 00 min
kcal porzione: 205

Come preparare il B52, il drink nato in America, scenografico, famosissimo e d’effetto? Ecco la ricetta.

Il B52 è un cocktail di cui è impossibile non innamorarsi. Con i suoi tre strati realizzati con il Kalhua (un liquore di origine messicana a base di Rum e caffè arabica che può essere sostituito da un classico liquore al caffè), Baileys (o un altro Irish Cream) e Grand Marnier, ha un aspetto decisamente scenografico. I tre ingredienti vanno utilizzati in egual misura e dovete sapere che la stratificazione è dovuta alle differente densità dei liquidi che restano quindi ben separati tra loro.

Ottimo da servire per il dopo cena o con i dolci, l’ideale è preparare il cocktail in bicchierini piccolini come quelli per il liquore o gli shottini, dato che nei bicchieri più grandi l’effetto visivo è decisamente ridotto. La parte più scenografica poi… è sicuramente quando il drink prende fuoco (anche se è un passaggio che non viene descritto come originale quando si parla di B52)!

Come pesare la pasta
e il riso senza bilancia?

cocktail B52
cocktail B52

Preparazione del cocktail B52

  1. Prendete un bicchierino da shot e versate per primo il Kalhua o altro liquore al caffè.
  2. Proseguite con il Baileys facendolo scorrere sul dorso di un cucchiaio da cocktail e molto lentamente in modo da non mescolare i due liquidi e ottenere due strati distinti.
  3. Effettuate la stessa operazione per aggiungere il gran Marnier.
  4. Avvicinate una fiamma al Gran Marnier e fiammeggiate (altrimenti potete mettere un po’ di liquore in un cucchiaio, dategli fuoco e versatelo nello shot). Gustate immediate con una cannuccia immersa fino in fondo per evitare di bruciarvi.

La storia e gli abbinamenti

L’origine di questo drink è abbastanza incerta. Sicuramente il nome fa riferimento al bombardiere Boeing B-52 Stratofortess, utilizzato dall’aviazione statunitense durante la Guerra del Vietnam con l’obiettivo di sganciare bombe incendiarie al napalm. Motivo per cui si usa preparare la versione infiammata della bevanda.

Secondo alcuni il drink fu creato in California e più precisamente in un ristorante di Malibù, l’Alice’s, secondo altri invece fu inventato al Maxwell’s Plum Bar a New York.

Questo particolare cocktail è ideale da abbinare a dolcetti di cioccolato, arancia, caffè o frutta fresca. IN origine veniva servito in una coppa Martini, ma oggi sembra essere molto più diffusa la versione a modi shottino.

In alternativa, potete provare anche il cocktail sex on the beach.

I cocktail serie B50

Ci sono molte varianti del B52, che implicano la sostituzione di uno o più parti alcoliche presenti nella ricetta originale (ma solitamente si sostituisce lo strato finale).

Leggi anche
Crema di whisky, la ricetta del Baileys fatto in casa

– B52 Bombay doors: con il gin Bombay.
– B52 nel deserto: con tequila al posto della crema al whiskey.
– B53: un B52 con la Vodka.
– B54: un B52 con l’Amaretto.
– B55: un B52 con l’Assenzio.
– B57: un B52 con la Sambuca al posto della crema al whiskey e co il Triple-sec al posto del Grand Marnier.

0/5 (0 Recensioni)

Riproduzione riservata © 2024 - PC

ultimo aggiornamento: 18-02-2023


Le migliori ricette di Carnevale (da provare in questo periodo)

Bomboloni senza glutine alla Nutella: la ricetta di Carnevale

I commenti dei nostri lettori

Lascia un commento

0 Commenti
Feedback in Linea
Visualizza tutti i commenti