Ingredienti:
• 600 g di farina 00
• 300 ml di acqua tiepida
• 10 g di lieviti di birra fresco
• olio extravergine di oliva q.b.
• 1 cucchiaino di zucchero
• 10 g di sale
• 300 g di mozzarella
• 200 g di passata di pomodoro
• origano q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 40 min
cottura: 30 min
kcal porzione: 415

Ecco gli ingredienti e tutti i passaggi per preparare una sfiziosa pizza farcita: il calzone al forno buonissimo.

Oggi vi spieghiamo come preparare il calzone con pomodoro e mozzarella con pasta lievitata fatta in casa. I calzoni sono veramente semplici da preparare, ma non hanno niente a che vedere né con i crescioni romagnoli né con i panzerotti pugliesi. I primi si preparano con il classico impasto della piadina e vanno cotti sull’apposito testo romagnolo, i panzerotti invece vanno fritti.

Come sempre anche in questo caso potete variare e arricchire la farcitura come preferite: salame piccante, wurstel, erbette, prosciutto cotto, sono solo alcune proposte che non potrete fare a meno di provare. Scopri subito tutti i passaggi della ricetta.

Come pesare la pasta
e il riso senza bilancia?

Calzone da cuocere
Calzone da cuocere

Preparazione del calzone al forno

  1. Per prima cosa scaldate l’acqua in un pentolino fino a farla intiepidire poi scioglietevi all’interno il lievito di birra e lo zucchero.
  2. Versate la farina in una terrina o su un tagliere formando la classica forma a fontana.
  3. Aggiungete il sale, l’acqua con il lievito e 2 cucchiai di olio EVO.
  4. Impastate fino ad ottenere un panetto sodo e compatto. Coprite con un canovaccio pulito e fate lievitare per 2-3 ore in modo che l’impasto raddoppi il suo volume.
  5. Riprendete l’impasto e formate 4 palline uguali.
  6. A questo punto potete decidere se passare subito alla formazione dei calzoni o passare a una seconda lievitazione (consigliamo questo passaggio per rendere l’impasto ancora più digeribile e morbido).
  7. Mettete quindi le palline di impasto su una spianatoia infarinata e coperti da un panno, lasciate lievitare fino al raddoppio (anche in questo caso ci vorrà qualche ora).
  8. Infine stendetele con il matterello cercando di dar loro una forma tondeggiante e uno spessore di circa 2 mm.
  9. Farcite con un paio di cucchiai di passata di pomodoro, condito con olio, sale e origano, e qualche cubetto di mozzarella che consigliamo di lasciar sgocciolare un po’ in modo che non rilasci acqua durante la cottura.
  10. Chiudete a mezzaluna con una rotella o fate un piccolo cornicione lungo il bordo con le dita e adagiate i vostri calzoni su di una teglia foderata con carta da forno.
  11. Infornate in forno già caldo a 160°C per 20-30 minuti.

Conservazione

Consigliamo di consumare al momento il vostro calzone, bello caldo e goloso. Tuttavia da cotto si conserva anche 1-2 giorni in frigorifero. Inoltre potete preparare calzoni in abbondanza e riscaldarli all’occorrenza. Se usate ingredienti freschi potete anche congelarli.

Calzone ripieno: le varianti per il condimento

Il ripieno con pomodoro, mozzarella e origano è quello più classico, ma naturalmente potrete sbizzarrirvi con gli abbinamenti e trovare al combinazione che preferite. Eccone qualcuna che fa proprio al caso nostro:

  • Per una seconda versione vegetariana non può di certo marcare il calzone con verdure grigliate. Prendete quelle di stagione, fatele cuocere alla griglia e poi inseritele nel ripieno mantenendo sia il pomodoro che la mozzarella.
  • Per una versione di carne, invece, la variante più semplice è famosa è sicuramente quella con l’aggiunta del prosciutto cotto. In alternativa provate anche la versione bianca con salsiccia e friarielli; saltateli in padella entrambi e poi uniteli a un po’ di mozzarella a cubetti per un ripieno ricco e saporito.
  • Il calzone preparato con questa ricetta è perfetto anche per ospitare un ripieno dolce. Spazio quindi alla fantasia, potete farcirlo con un nutella, marmellata o quello che più preferite.

Differenza tra calzone e panzerotto

Non sappiamo se lo sapete, ma il calzone ha un gemello diverso: il panzerotto pugliese. Il primo è tipico, soprattutto della Puglia e del Sid Italia in generale, mentre il secondo sembra essersi diffuso a macchia d’olio e senza differenze lungo tutto lo Stivale. La differenza tra calzone e panzerotto sta principalmente nel metodo di cottura: il primo viene fritto, mentre il secondo è cotto al forno.

Il metodo di cottura, poi, influisce anche sulla consistenza: il panzerotto è croccante all’esterno e morbido all’interno, mentre il calzone risulta morbido e fragrante.

Leggi anche
Il panzerotto: lo street food del Sud dal cuore cremoso
0/5 (0 Recensioni)

Riproduzione riservata © 2024 - PC

Pizza

ultimo aggiornamento: 06-07-2019


Golosi bicchierini di mousse di fichi freschi e ricotta: che bontà!

Peperoncini ripieni al formaggio caprino: un antipasto moooolto saporito!

I commenti dei nostri lettori

Lascia un commento

0 Commenti
Feedback in Linea
Visualizza tutti i commenti