Ingredienti:
• 300 g di farina 00
• 200 g di semola di grano duro
• 3 uova
• acqua q.b.
• sale q.b.
• noce moscata q.b.
• pepe q.b.
• 100 g di vitello macinato
• 200 g di pasta di salame
• 3 cucchiai di pangrattato
• 2 cucchiai di formaggio grattugiato (+ q.b. per completare)
• 1 mazzetto di prezzemolo
• 10 g di amaretti
• 15 g di uvetta
• 1 spicchio d’aglio
• 2 cucchiai di olio
• 100 g di burro
• 6 foglie di salvia
• 100 g di pancetta a cubetti
difficoltà: media
persone: 8
preparazione: 60 min
cottura: 20 min

I casoncelli alla bergamasca, o casonsei, sono un primo piatto a base di ravioli ripieni di carne e altri ingredienti, condito con burro e salvia.

I casoncelli alla bergamasca sono un piatto tipico della provincia di Bergamo. In sostanza sono dei ravioli ripieni con carne, uvetta, amaretti e molti altri sapori che variano di zona in zona, di famiglia in famiglia, come spesso avviene con le ricette della tradizione ma con questo formato di pasta ancor di più.

In dialetto lombardo vengono chiamati semplicemente casonsei e conditi con il classico abbinamento burro e salvia arricchito però con pancetta croccante. Prepararli richiede un po’ di pazienza, ma al primo assaggio dimenticherete il tempo passato in cucina.

Come pesare la pasta
e il riso senza bilancia?

Casoncelli alla bergamasca
Casoncelli alla bergamasca

Come preparare i casoncelli alla bergamasca: ricetta originale

  1. Innanzitutto dedicatevi alla preparazione della pasta. In un piano da lavoro fate la classica fontana con la farina e la semola, aggiungete al centro due uova e un pizzico di sale.
  2. Mescolate prima con una forchetta e poi a mano, aggiungendo tanta acqua quanto basta per ottenere un panetto liscio e omogeneo.
  3. Una volta realizzatelo avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare per almeno mezz’ora.
  4. Nel frattempo mettete l’uvetta in ammollo in acqua tiepida per una decina di minuti in modo che si reidrati.
  5. Fate cuocere in padella con un filo d’olio la pasta di salame e, quando sarà bella dorata, fate la stessa cosa con il macinato (o con i resti di carne che avete in casa).
  6. Quando il tutto sarà pronto unite anche 1 spicchio d’aglio privato dell’anima e tritato e un po’ di prezzemolo fresco tritato.
  7. Mescolate bene il tutto, poi spegnete la fiamma e mettere il contenuto della padella in una ciotola alla quale aggiungerete: pangrattato e formaggio grattugiato, l’uovo rimasto, l’uvetta strizzata e tagliata a coltello grossolanamente, gli amaretti tritati, sale, pepe e un pizzico di noce moscata.
  8. Mescolate bene il tutto con le mani o con un cucchiaio, ottenendo un bel composto grossolano ma omogeneo.
  9. Stendete la pasta con la macchinetta fino allo spessore più sottile oppure con il mattarello, a mano. Con una rotella seghettata ricavate dei quadrati di circa 6-8 cm per lato e farciteli al centro con un cucchiaino di ripieno.
  10. Richiudete a triangolo facendo fuoriuscire bene tutta l’aria, se preferite va benissimo anche la chiusura a caramella.
  11. Portate a bollore una pentola di acqua, salatela e fate cuocere i casoncelli (basteranno pochi minuti).
  12. Mentre cuociono, rosolate la pancetta nel burro insieme alla salvia.
  13. Una volta pronta la pasta ripiena, scolatela con una schiumarola e saltate i ravioli velocemente in padella.
  14. Distribuite nei piatti e completate con una spolverata di formaggio.

Amate la pasta fresca ripiena? Non lasciatevi sfuggire la ricetta dei ravioli di magro!

Conservazione

Potete conservare i casoncelli cotti in frigo, per massimo 1-2 giorni, in un apposito contenitore con coperchio. Potete anche congelare la pasta ripiena cruda per conservarla più a lungo.

Leggi anche
60 piatti tipici italiani (regione per regione): li conoscete tutti?
0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2024 - PC

ultimo aggiornamento: 15-06-2020


Budino alla vaniglia e ciliegie: fresco e goloso!

Tramezzino con carote, crema di tofu e tapenade di olive