Davide Malizia è giovane, ma non smette mai di migliorarsi. Si è aggiudicato l’ambito premio Sucre d’Or che lo incorona re dello zucchero.

Il suo nome non è molto conosciuto ai “non addetti ai lavori” ma con la sua arte è riuscito ad aggiudicarsi uno dei premi più ambiti del settore. Si tratta dello Sucre d’Or, assegnato ogni dieci anni al miglior artista della lavorazione dello zucchero plastico. Nel 2020 ad aggiudicarselo è stato Davide Malizia e noi vi raccontiamo chi è.

Chi è Davide Malizia

Davide, classe 1984, è nato Roma ma vanta origini siciliane. I genitori infatti era originari di Caltagirone ed erano degli artigiani della ceramica. È qui che probabilmente Davide prende gran parte della sua aspirazione, trasportando la sapienza di un’arte millenaria nella lavorazione dello zucchero plastico.

Davide Malizia
Fonte foto: https://www.instagram.com/davide_malizia/?hl=it

Questo però non ci sorprende più di tanto. Fin da bambino Malizia non ha mai fatto mistero della sua passione per la pasticceria e tutto il suo percorso di studi è stato improntato all’apprendimento e al perfezionamento della tecnica. Ha trascorso diverso tempo anche in Svizzera, Belgio, Francia, Spagna e Stati Uniti, continuando a crescere da un punto di vista professionale.

Questo lo porta, nel 2020, dopo aver ottenuto diversi altri riconoscimenti, ad aggiudicarsi il prestigioso titolo di Re dello Zucchero ossia il premio Sucre d’Or. Assegnato ogni 10 anni dalla Déco Relief, azienda di Talant (nella Côte d’Or) a partire dal 1997, nel 2007 non venne assegnato semplicemente perché la giuria non è stata in grado di individuare nessuno meritevole di tale riconoscimento.

Arriva così quasi a sorpresa l’annuncio: Davide Malizia è il re dello zucchero (almeno) fino al 2030. Tanta sorpresa ma anche tanta soddisfazione: il premio è il giusto riconoscimento per la dedizione mostrata da Davide nei confronti del suo lavoro e riceverlo dalle mani di Iginio Massari e Gabriel Paillasson deve avergli fatto un certo effetto.

3 curiosità su Davide Malizia

– Tra gli altri riconoscimenti ottenuti negli anni ricordiamo la medaglia d’oro agli internazionali di Massa Carrara nel 2005, le 4 medaglie d’oro al campionato mondiale del Lussemburgo l’anno successivo e il premio Culinary Trophy. Nel 2013 vince il Campionato mondiale di zucchero artistico e lo stesso anno è alla guida del team italiano juniores alla coppa del mondo di pasticceria.

– Della vita privata di Davide non si conoscono i dettagli. Il suo profilo Instagram infatti racchiude unicamente foto delle sue meravigliose creazioni e dei suoi successi lavorativi.

– Nel 2015 fonda a Roma una prestigiosa accademia, l’Aromacademy, con l’intendo di diffondere la sua conoscenza nel poco conosciuto settore dello zucchero artistico.

Fonte foto: https://www.instagram.com/davide_malizia/

Mai più dieta punitiva! Scarica QUI il ricettario light di Primo Chef.

Scopri cosa devi fare se sei venuto a contatto con persone positive al Covid 19


Chi è Clelia D’Onofrio: scrittrice, giornalista e giudice di Bake Off Italia

Italiano di origine, inglese di adozione: ecco chi è lo chef Gino D’Acampo